Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO

Sticker e Adesivi da muro

Non è più come quando eri bambino: questa volta nessuno ti sgriderà se vorrai incollare qualcosa al muro, anzi. Gli sticker e gli adesivi da parete sono un trend destinato a durare, che permette di decorare ogni spazio della casa in modo temporaneo. Scritte motivazionali, opere d'arte o silhouette famose, ma anche animali e piante, o - perché no - qualcosa dedicato ai più piccini.
Visti di recente
Regali Aziendali
Scopri assieme al nostro servizio clienti b2b i regali con cui la tua azienda può premiare clienti e fornitori senza rinunciare a distinguersi.
Iscriviti alla Newsletter
Idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive sull'home design ma non solo. Ti raccontiamo l'universo della casa in tutta la sua bellezza.
Proseguendo accetti Privacy e Termini e Condizioni
Invita un Amico
In casa LOVEThESIGN più si è meglio si sta. Invita tutti i tuoi amici: per te un buono sconto a ogni loro primo acquisto.
Customer Service Servizio Clienti Dedicato
Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com
Prodotti 100% Originali Prodotti 100% Originali
Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.
Soddisfatti o Rimborsati Soddisfatti o Rimborsati
Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.
Pagamenti Sicuri Pagamenti Sicuri
Payments

Sticker e adesivi murali 

L'uomo decora le sue abitazioni da sempre, da quando i primi uomini si sono rifugiati nelle grotte, sulle cui pareti hanno dipinto animali e scene di caccia, per un motivo prettamente propiziatorio. Partendo da quelle epoche remote, l'uomo ha continuato ad apprezzare le decorazioni, figurative e non, anche all'interno delle sue abitazioni. Ancora oggi si possono ammirare gli affreschi delle antiche abitazioni di Creta, o anche quelli delle domus romane: i motivi sono vari, molto spesso attinti dalle leggende più famose o dalle comuni scene di vita quotidiana. Non importa cosa raffigurino le sc

Sticker e adesivi murali 

L'uomo decora le sue abitazioni da sempre, da quando i primi uomini si sono rifugiati nelle grotte, sulle cui pareti hanno dipinto animali e scene di caccia, per un motivo prettamente propiziatorio. Partendo da quelle epoche remote, l'uomo ha continuato ad apprezzare le decorazioni, figurative e non, anche all'interno delle sue abitazioni. Ancora oggi si possono ammirare gli affreschi delle antiche abitazioni di Creta, o anche quelli delle domus romane: i motivi sono vari, molto spesso attinti dalle leggende più famose o dalle comuni scene di vita quotidiana. Non importa cosa raffigurino le scene dipinte, le dimore scelte dall'uomo contengono sempre degli elementi puramente decorativi, che permettono di abbellire ogni ambiente.

Nel corso del tempo i metodi di decorazione sono cambiati tantissimo, e gli sticker e gli adesivi da muro nascono dalle più antiche decorazioni delle grotte dei primi uomini. Oggi il desiderio di propiziare la caccia è totalmente sopito, quindi le decorazioni più diffuse hanno un mero significato estetico.Gli sticker e adesivi da muro sono sempre più diffusi negli ultimi anni, come se fossero la novità del momento. In realtà affondano le loro radici in pratiche diffuse anche alcuni decenni fa. Un antenato degli sticker in vinile sono sicuramente gli stencil: delle mascherine che, applicate sulla parete, permettono di dipingere lo stesso disegno varie volte, in serie. La mascherina si sposta lungo una parete, fino a creare un'intera greca di foglie colorate, in molti casi con uno stile semplice e ripetitivo. Gli stencil non sono un'invenzione moderna, visto che erano utilizzati anche anticamente; ciò che cambia sono i temi dei disegni e il materiale di cui sono fatti gli stencil. Anche le cornici degli affreschi più antichi erano prodotte con questa semplice tecnica.

Oltre agli stencil, gli sticker e adesivi da muro hanno altri due antenati, ossia gli stencil in carta usati dalle grandi aziende e la carta da parati. Un tempo, agli albori della produzione in serie, molte aziende verniciavano a mano su ogni oggetto prodotto il loro logo o i nomi dei proprietari. Con il passare del tempo i numeri della produzione continuavano ad aumentare, e l'industrializzazione richiedeva sempre più velocità e perfetta riproducibilità di ogni oggetto. La scritta fatta a mano, con un pennello e delle vernice, divenne con il tempo eccessivamente lenta e poco pratica da realizzare. Fu per questo motivo che si cominciarono ad utilizzare gli stencil, proprio come quelli che si usavano sulle pareti. Basta appoggiare la sagoma all'oggetto da dipingere per ottenere in pochi secondi un logo perfettamente eseguito. Alcune aziende cominciarono a preferire agli stencil dei foglietti in carta, che venivano incollati sul prodotto, oppure posizionati sotto uno strato di vernice, in modo da renderli molto durevoli. Le prime etichette nacquero nell'800, come pratica alternativa agli stencil. Oltre ad essere poco costose, potevano essere stampate in serie, subito pronte per il sistema industriale che stava nascendo.

Entrambe le tecniche, lo stencil e l'adesivo, ebbero sempre maggiore sviluppo grazie anche alla diffusione dei prodotti pubblicitari: un crescente numero di aziende cominciò ad utilizzare cartelloni di ogni tipo per far conoscere il proprio nome in tutto il mondo. Consegnare un adesivo ad un cliente significava aumentare la propria popolarità ovunque, come facevano alcune marche di birra con i loro classici sottobicchieri.Gli adesivi divennero particolarmente diffusi soprattutto negli anni '70 e '80 del '900, quando la pubblicità divenne diffusissima in tutto il mondo; alcune persone addirittura collezionavano adesivi, in carta o in materiale plastico. Molti ragazzini dell'epoca cercavano di accaparrarsi in ogni modo gli adesivi delle principali marche pubblicizzate anche dalla TV, e poi li utilizzavano per personalizzare i loro oggetti quotidiani, come lo zaino per la scuola o la porta della loro camera da letto.

Inizialmente l'uso degli stencil ebbe una enorme diffusione grazie all'utilizzo di questa tecnica da parte di una certa controcultura di tendenza, quella dei graffitari, che cominciarono ad utilizzare questo metodo, soprattutto per le strade di New York. Per una persona che si occupa di una forma d'arte di strada che da molti è considerata un atto vandalico, utilizzare uno stencil è una specie di rivoluzione. Spesso i graffitari sono costretti a dipingere le loro opere d'arte in pochi secondi, di notte, sempre all'erta per l'arrivo delle forze dell'ordine. In questo senso, lo stencil permette di creare numerosi disegni in pochi attimi, senza doverne sacrificare la bellezza o l'originalità. Attraverso la diffusione garantita da molti writer di fama internazionale, lo stencil è entrato anche nella decorazione delle abitazioni: una semplice sagoma che permette di creare disegni abbastanza complessi, difficili da realizzare a mano libera, in tempi brevi.

Come decorare le nostre case?

Ognuno di noi può diventare un bravo artista se impara ad usare gli stencil, dando vita a disegni di ogni tipo. La sovrapposizione di più stencil dona alla decorazione maggiore profondità, permettendo anche l'utilizzo di diversi colori.Nel periodo in cui i primi graffitari cominciavano ad utilizzare gli stencil nelle strade del nord America e d'Europa, e i ragazzini si divertivano con gli autoadesivi, un altro metodo di decorazione murale stava passando di moda: la carta da parati.In passato la carta da parati ebbe un grande successo, come alternativa economica alle tappezzerie in tessuto pregiato. Grazie alla facilità di applicazione e agli ampi cataloghi colmi di modelli diversi, questo metodo di decorazione ebbe, per alcuni decenni, un'ampia diffusione. Il suo declino avvenne nel corso degli anni '70 e '80, quando si cominciò a preferire un arredo più leggero e lineare. Negli ultimi anni la carta da parati sta tornando di moda, anche se si tratta di materiali ben diversi rispetto a quelli usati un tempo e i metodi di posa sono oggi molto cambiati. La carta viene infatti posizionata, molto spesso, solo su una parete o in una singola area di una stanza, considerandola all'interno di un più ampio progetto decorativo.

Gli sticker e adesivi da muro sono nati negli ultimi decenni, come alternativa agli stencil e alla carta da parati. Rispetto agli altri due metodi di decorazione, sono sicuramente più semplici da utilizzare e meno invasivi.Oggi si utilizzano sticker in materiale vinilico, ricoperti da uno spesso strato di colla, che permette di farli aderire perfettamente ad una qualsiasi parete di casa. Uno sticker non copre un'intera parete, serve solo per decorarne una parte, integrandosi con gli altri complementi d'arredo dell'ambiente, in modo equilibrato e organico.Sono moltissimi gli sticker e gli adesivi da muro disponibili in commercio: The Binary Box, Lilipinso, Seletti, HU2, sono solo alcuni dei nomi delle aziende che progettano, producono e distribuiscono questi particolari decorativi, adatti a qualsiasi abitazione.

Gli sticker e adesivi da muro sono facili da utilizzare, basta scegliere la decorazione che si preferisce e posizionarla su una parete di casa. Il risultato è molto durevole e resistente; quando si desidera ridipingere la parete, basta rimuovere l'adesivo con delicatezza e il gioco è fatto. Questa caratteristica rende gli adesivi murali particolarmente pratici; gli stencil e la carta da parati infatti presentano una problematica fondamentale: una volta posizionati è assai difficile tornare indietro. La carta da parati infatti viene incollata sulla parete; quando la si rimuove spesso si staccano ampie parti di intonaco e il collante modifica l'assorbimento della pittura da parte della parete, che diventa difficilissima da ridipingere. Nel caso degli stencil invece in moti casi li si utilizza per decorare le pareti con delle sagome o delle greche, eseguite con colori contrastanti con quello della vernice sottostante. Quando si ridipinge è molto difficile coprire la parte decorata, che in molti casi necessiterà di numerose mani prima di tornare uniforme.

Con gli sticker e adesivi da muro non è così: il vinile è molto resistente, quindi si può lasciare l'adesivo dove lo si è posizionato, per molti anni. Quando si vuole togliere l'adesivo dalla parete è sufficiente agire con delicatezza; in alcuni casi conviene scaldare il vinile con un phon, cosa che permette di ammorbidirne la superficie e di allentare la tenuta della colla presente sul retro. In pochi minuti l'adesivo si stacca, senza lasciare alcuna traccia.Questo tipo di decorazione può essere utilizzata anche sui mobili o sugli elettrodomestici, per dare un tocco di vivacità a questi oggetti.La scelta degli adesivi murali da utilizzare in casa dipende essenzialmente dai gusti personali, anche perché l'offerta è decisamente molto ampia.

La proposta di adesivi firmata LOVEThESIGN

The Binary Box propone ad esempio le sagome dell'artista Bansky, un famosissimo graffitaro originario di Bristol, che ha utilizzato ampiamente la tecnica dello stencil. Le sue opere sono spesso irriverenti e molto originali. Gli sticker proposti da The Binary Box sono ampi e molto piacevoli, perfetti per dare un tocco originale ad una parete del soggiorno o della sala da pranzo.

Lilipinso invece produce un ampio numero di sticker e adesivi da muro ideali per la camera dei bambini; in genere ogni pannello contiene numerosi adesivi, che possono essere posizionati sia sulla parete sia sui mobili di una stanza, sparpagliati dove si vuole o a creare un gruppo di piccoli animali o di piccoli vasi da fiori.Gli sticker proposti da Seletti sembrano più dei poster o dei quadri, ideali per chi ama le immagini spiritose e irriverenti.

Placard&Nous invece offre una serie di adesivi per lavastoviglie e frigoriferi: così anche gli elettrodomestici possono diventare dei complementi d'arredo della cucina, in un gioco di stravolgimento delle parti.Per chi ama decorazioni meno ampie e più delicate, HU2 offre un'ampia gamma di sticker di piccole dimensioni, adatti anche ad essere posizionati sui battiscopa, o in stanze non eccessivamente grandi. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di silhouette, di piccoli oggetti o di immagini buffe.

Gli sticker e adesivi murali sono perfetti in ogni stanza, alcuni permettono anche di scriverci sopra, utilizzando appositi pennarelli o un gessetto: diventano delle simpatiche lavagnette, per prendere nota di un appuntamento o della lista della spesa. Si possono applicare a qualsiasi rivestimento o pittura: sia sulla tempera, sia sullo smalto. Sono adatti in bagno, in cucina, in soggiorno, nelle camere da letto; tutto dipende dall'illustrazione che si sceglie. Prima di farlo si consiglia di decidere su quale parete, o elettrodomestico, si vorrà applicare l'adesivo. A questo punto è bene prendere le misure, in modo da poter scegliere l'immagine che meglio si adatta allo spazio che abbiamo a disposizione.Incollare uno sticker al muro è un'operazione molto semplice da svolgere.

Come prima cosa è bene pulire la parete, che potrebbe essere impolverata; meglio utilizzare un panno in microfibra leggermente umido, che permetterà di togliere qualsiasi tipo di sporco. Se si vuole incollare l'adesivo su un elettrodomestico, o su una parete del bagno o della cucina, con vernice ad olio o piastrelle, è meglio pulire la superficie con un prodotto sgrassante, in modo da permettere al collante dell'adesivo di aderire alla perfezione.È meglio posizionare gli adesivi grandi srotolati su una superficie piana, questo per evitare che durante l'applicazione tendano a riarrotolarsi, rendendo complesse le operazioni. Dopo aver atteso che la parete sia perfettamente asciutta è consigliabile verificare il posizionamento dello sticker, applicandolo alla parete con del nastro adesivo di carta. Si possono così fare degli aggiustamenti, spostandolo nella zona più idonea e controllando che sia perfettamente ortogonale alle pareti e al pavimento.

Una volta trovata la corretta collocazione si può rimuovere la carta di supporto che sostiene lo sticker e si può cominciare ad applicare l'adesivo al muro. In genere si parte da un angolo posto nella parte superiore. Prima di scendere è meglio controllare, con un righello o una squadra, che l'adesivo sia perfettamente allineato. Quindi si continua ad applicarlo alla parete, facendo attenzione a non creare bolle di aria, che formano antiestetiche gobbe sulla superficie dello sticker.

Dopo aver completato l'operazione si preme con fermezza su tutta la superficie e quindi si rimuove la carta protettiva: l'adesivo è pronto per essere ammirato. Volendo si possono applicare diversi adesivi alle pareti di una singola stanza, anche se conviene evitare gli eccessi: se si sceglie una raffigurazione molto grande è bene che sia l'unica presente nell'ambiente. Questo perché da un lato gli altri adesivi potrebbero appesantire eccessivamente le decorazioni della stanza, inoltre sarebbero meno godibili, vista la predominanza di quello più grande, molto più ampio e importante.Alcuni sticker e adesivi da muro sono costituiti da diversi pezzi riuniti in un singolo pannello; in questo caso, prima di cominciare ad attaccare l'adesivo alla parete, è bene ritagliare ogni singolo elemento, anche perché alcuni possono essere conservati per un utilizzo successivo.

Gli adesivi murali sono un metodo divertente e piacevole per rendere molto più bella ogni stanza della casa; per poterli utilizzare non serve una grande conoscenza del fai da te: sono facili, ideali per chiunque. Alcune superfici purtroppo non sono del tutto adatte ad accogliere questo tipo di elementi decorativi, ad esempio quelle con intonaco bucciato o con superficie scabra: la presenza di piccoli avvallamenti o cunette non permette all'adesivo di aderire perfettamente alla parete e la cosa può far staccare l'intero sticker nell'arco di pochi giorni.

Per fare in modo che un adesivo da parete rimanga al suo posto per lungo tempo l'ideale è incollarlo qualche giorno dopo aver dipinto il muro: difficilmente capiterà di dover ripetere l'operazione in un breve arco di tempo. Inoltre è consigliabile effettuare periodicamente la pulizia: con un panno leggermente umido si passa l'intera superficie, rimuovendo polvere e sporco. Questo permette anche di premere regolarmente sull'adesivo, mantenendolo perfettamente in posizione. Può capitare che gli angoli dell'adesivo tendano a sollevarsi, in questo caso è meglio comprimerli con una spatola, o con una tessera in plastica, in modo da esercitare una pressione ferma, che porti ad una maggiore coesione dell'adesivo con il muro.

Alcuni adesivi murali hanno un collante che permette di riutilizzarli più volte; la cosa avviene facilmente se lo sticker è applicato su un elettrodomestico o su una porta. Nel caso in cui, invece, sia attaccato sull'intonaco, spesso piccole particelle di vernice o di polvere si attaccano all'adesivo, dalla parte della colla. Quando lo si riposiziona può capitare che tenda a non stare perfettamente attaccato; prima di procedere a staccarlo dal muro è consigliabile quindi riscaldarlo con un phon ad aria calda, in modo da evitare di raccogliere la vernice con l'adesivo.

Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.

Pagamenti Sicuri
Payments