Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
  20% di SCONTO su tutte le Demetra Artemide e un libro in omaggio per il tuo piacere di leggere      Scopri l'iniziativa
category

Portapane

Visti di recente
Regali Aziendali
Scopri assieme al nostro servizio clienti b2b i regali con cui la tua azienda può premiare clienti e fornitori senza rinunciare a distinguersi.
Iscriviti alla Newsletter
Idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive sull'home design ma non solo. Ti raccontiamo l'universo della casa in tutta la sua bellezza.
Proseguendo accetti Privacy e Termini e Condizioni
Invita un Amico
In casa LOVEThESIGN più si è meglio si sta. Invita tutti i tuoi amici: per te un buono sconto a ogni loro primo acquisto.
Customer Service Servizio Clienti Dedicato
Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com
Prodotti 100% Originali Prodotti 100% Originali
Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.
Soddisfatti o Rimborsati Soddisfatti o Rimborsati
Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.
Pagamenti Sicuri Pagamenti Sicuri
Payments
"Ogni oggetto nasconde una storia, talvolta ben nota, altre volte misteriosa, ma non meno affascinante. Tutti noi siamo circondati da cose materiali, e ne siamo talmente abituati che non ci interroghiamo più sulla loro origine, sulla loro evoluzione. Ci sono e basta. Quando ne scopriamo qualche curiosità rimaniamo stupiti da come un semplice strumento possa avere una storia, talora complessa. Questo è, anche, il caso del portapane. Compare sulle nostre tavole, quante volte al giorno? Una, due, forse tre. Qualcuno potrebbe tenerlo in bella vista tutto il santo giorno, eppure in pochi si sono interrogati sul perchè quell'oggetto abbia quella fo
"Ogni oggetto nasconde una storia, talvolta ben nota, altre volte misteriosa, ma non meno affascinante. Tutti noi siamo circondati da cose materiali, e ne siamo talmente abituati che non ci interroghiamo più sulla loro origine, sulla loro evoluzione. Ci sono e basta. Quando ne scopriamo qualche curiosità rimaniamo stupiti da come un semplice strumento possa avere una storia, talora complessa. Questo è, anche, il caso del portapane. Compare sulle nostre tavole, quante volte al giorno? Una, due, forse tre. Qualcuno potrebbe tenerlo in bella vista tutto il santo giorno, eppure in pochi si sono interrogati sul perchè quell'oggetto abbia quella forma specifica e quando sia nata l'esigenza di creare una cosa per l'uso specifico di conservare il pane. Le origini del portapane, e il suo primo ideatore, sono ignote, ma attraverso delle deduzioni logiche, possiamo risalire a un primo embrione di tale oggetto. Innanzitutto, bisogna risalire all' origine del pane, perché con la sua nascita si sarà, in seguito, posta la necessità di un contenitore apposito. Il pane è uno degli alimenti più antichi di sostentamento dell' uomo, difatti se ne attesta l' esistenza fin dai tempi preistorici, con l' homo erectus, seppur le sue origini, così come lo conosciamo, siano da far risalire agli antichi Egizi, i quali scoprirono la fermentazione. Con ogni probabilità, sempre ad essi si attribuiscono i primi portapane. In ambito europeo, e italiano, questo articolo arriverà grazie all' impero romano. Difatti, furono i Greci a perfezionarsi nella tecnica di panificazione, e l' incontro tra queste due grandi civiltà, greca e romana, ha portato alla diffusione del pane, e degli utensili a esso correlati. Di quanto detto, ne abbiamo prova grazie a una forma di pane, rinvenuta e perfettamente conservata, grazie al fenomeno lavico, nel sito archeologico di Pompei. Interessante notare l'elemento di sostegno, ovvero il portapane usato. Si tratta di un semplice cerchio di legno, su cui veniva posto il pane, senza bordatura, e con la circonferenza tondeggiante. Era una sorta di primordiale vassoio. Da allora in poi, il portapane è diventato un oggetto in continua evoluzione attraverso i secoli. Ogni oggetto, e il portapane compreso, si modifica, e assume nuove forme e importanza, a seconda della mentalità del tempo. Proprio per questo è affascinante seguirne i cambiamenti, essi sono i mutamenti stessi degli usi e costumi di una determinata civiltà. Nella nostra società siamo abituati ad avere il pane in tavola ogni giorno, ma non sempre è stato così, pertanto, in periodi in cui il pane era davvero un bene prezioso, e un sostentamento per la vita umana, anche il portapane lo divenne, assumendo forme e usi inconsueti. Ne è un esempio lo splendido esemplare di mobile portapane del XVIII secolo, conservato presso il museo di arti applicate della Fondazione Accorsi di Torino. Parliamo di un manufatto unico nel suo genere, di matrice francese, e di notevole pregio. Una sorta di armadietto con chiave, atto a proteggerlo da eventuali furti. La servitù affamata, spesso, e a ragione, talvolta avrebbe potuto essere colta dalla tentazione di afferrarne un pezzetto, o di trafugarlo per sfamare la propria prole. Nasce così la nobile idea di creare un portapane con una serratura, prezioso come un vero e proprio scrigno del tesoro. Oggi sarebbe impensabile qualcosa di simile. Negli anni a cavallo tra l' Ottocento e il Novecento, soprattutto in ambito contadino, molto usati erano i panieri realizzati in vimini intrecciati. Ora sono una gradevole opzione, tra una gamma infinita di portapane, invece allora rappresentavano una scelta obbligata dall' economia domestica. E solo con l' avvento della rivoluzione industriale che si è cominciato a produrre dei veri e propri portapane seriali, destinati a un pubblico sempre maggiore. Successivamente, con il boom economico italiano, compreso tra gli anni Cinquanta e Settanta, l' idea di consumo è cambiata, divenendo uno status sociale. Le cucine italiane smettono di essere solo il fulcro della buona tavola, bensì, anche del bel vedere. Rappresentano una popolazione che si sta rialzando dagli orrori del post guerra, e questo si riflette in tutto ciò che circondava gli Italiani. Gli utensili e le stoviglie si trasformano, interpretando i gusti, le tendenze e l' accuratezza per la casa della donna del tempo. Ancora una volta il portapane diventa oggetto da esporre, questa volta per dimostrare che le crisi passate e le guerre sono finite, quasi a voler urlare
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.

Pagamenti Sicuri
Payments