Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO

Lenzuola

La freschezza del lino o la morbidezza del cotone: qualsiasi sia la tua preferenza, la nostra selezione di lenzuola saprà accontentarti. Scegline uno senza angoli per trasformare ogni volta il tuo completo, intercambiando il lenzuolo sotto con quello sopra. Oppure affidati alle lenzuola con gli angoli, pensate per abbracciare alla perfezione il materasso.
Visti di recente
Regali Aziendali
Scopri assieme al nostro servizio clienti b2b i regali con cui la tua azienda può premiare clienti e fornitori senza rinunciare a distinguersi.
Iscriviti alla Newsletter
Idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive sull'home design ma non solo. Ti raccontiamo l'universo della casa in tutta la sua bellezza.
Proseguendo accetti Privacy e Termini e Condizioni
Invita un Amico
In casa LOVEThESIGN più si è meglio si sta. Invita tutti i tuoi amici: per te un buono sconto a ogni loro primo acquisto.
Customer Service Servizio Clienti Dedicato
Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com
Prodotti 100% Originali Prodotti 100% Originali
Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.
Soddisfatti o Rimborsati Soddisfatti o Rimborsati
Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.
Pagamenti Sicuri Pagamenti Sicuri
Payments
"Le lenzuola fanno parte della biancheria, oggi disponibile in tutte le case in ogni foggia, colore e tessuto. Ormai siamo abituati a vederle esposte nei negozi di arredamento oppure nei siti on line di settore, ma fino a qualche secolo fa le cose stavano ben diversamente. Come per la nascita e l'evoluzione dei mobili e dell'arredamento in generale, anche le lenzuola hanno fatto molta strada, trasformandosi da semplici teli per riparare il corpo dal freddo a vere e proprie opere d'arte. Nell'antichità (parliamo dell'epoca egizia e greca), le lenzuola erano quasi sempre in lino, una stoffa naturale che veniva tessuta a mano con infinita pazien
"Le lenzuola fanno parte della biancheria, oggi disponibile in tutte le case in ogni foggia, colore e tessuto. Ormai siamo abituati a vederle esposte nei negozi di arredamento oppure nei siti on line di settore, ma fino a qualche secolo fa le cose stavano ben diversamente. Come per la nascita e l'evoluzione dei mobili e dell'arredamento in generale, anche le lenzuola hanno fatto molta strada, trasformandosi da semplici teli per riparare il corpo dal freddo a vere e proprie opere d'arte. Nell'antichità (parliamo dell'epoca egizia e greca), le lenzuola erano quasi sempre in lino, una stoffa naturale che veniva tessuta a mano con infinita pazienza. La consistenza del lino consentiva grande comfort sulla pelle e una temperatura piacevole all'interno del letto, visto che era molto fresco d'estate e riparava dal freddo durante la stagione invernale. Il lino era anche utilizzato per il vestiario e per la biancheria intima sia degli uomini che delle donne, come si può ben notare nelle raffigurazioni e nelle effigi di quel tempo. Come cambia il concetto di biancheria da letto e di lenzuolo nell'età romana, conosciuta per la sobrietà e lo stile essenzialista e funzionale? Le prime lenzuola romane erano completamente bianche e senza l'ombra di un ricamo, salvo qualche merletto applicato ai bordi. La biancheria da letto però era usata solamente nelle ville nobiliari, mentre il popolo dormiva con coperte e lenzuola di fortuna, spesso ricavate da abiti dismessi o da teli. Nel periodo medioevale, caratterizzato dall'austerità e dalla morale rigorosa, le lenzuola di lino furono bandite dai monasteri e in generale da tutti i luoghi religiosi, in quanto considerate un bene di lusso e quindi superfluo. La nobiltà però ne faceva largo uso, facendo realizzare alle sarte lenzuola sfarzose e ricamate finemente, simbolo di ricchezza e potere. Quando veniva un ospite, i signori medioevali ordinavano alla servitù di far trovare ad esso un letto impeccabile, le cui lenzuola dovevano essere cambiate anche più volte al giorno. Persino il Boccaccio nel suo Decameron ci regala una preziosa testimonianza che riguarda la cura posta nella scelta delle lenzuola. Il maestro descrive infatti alcune tipologie di lenzuola diffuse nel tredicesimo secolo, che si facevano notare per la loro eleganza e classe. Le lenzuola venivano realizzate con un lungo e laborioso procedimento. A seconda della consistenza che si voleva ottenere, si stendevano a terra uno, due o tre strati di lino, che venivano poi assemblati artigianalmente. La fase successiva era quella del ricamo e delle rifiniture, che dovevano essere eseguite a regola d'arte. Per realizzare le trame e gli orditi, complicatissimi e affascinanti come non mai, occorrevano anche mesi di lavoro, ma questo non importava ai ricchi e potenti signori, dato che avevano a disposizione una schiera di servitù pronta ad obbedire ad ogni loro volere. Non era infrequente che gli stessi ricami, sia per fattura che colorazione, venissero anche riprodotti su altri complementi d'arredo della villa nobiliare, come ad esempio centro tavola, tappeti, tende e copri divano. Il risultato era impeccabile, di una eleganza che difficilmente venne poi raggiunta nelle epoche successive. Un'altra tipologia di rifinitura era la sfrangiatura. Dopo aver realizzato le lenzuola, si andavano a sfilare tutti i fili della trama in prossimità dei bordi, in modo da creare ricami e geometrie di una delicatezza unica. Fatti gli intagli, si potevano arricchire ulteriormente con cuciture sapienti, che andavano a chiudere alcuni punti e dunque a formare disegni di una bellezza rara. Nel basso Medioevo si distinguevano nettamente le lenzuola dei servi da quelle dei padroni e della nobiltà. Inutile dire che quelle riservate alla fascia povera della popolazione erano ad un solo strato, ricavate dagli scarti di quelle create per il ceto altolocato. Si passa quindi al diciassettesimo secolo, periodo nel quale iniziano a comparire e trovare fortuna pizzi e merletti, che ora ornano sia la biancheria da letto che quella intima. Rispetto all'epoca precedente, tutto è cambiato. Le dame vogliono seguire la moda di quell'epoca, che aveva dettami precisi. Vestiti e biancheria dovevano essere il più lavorati possibile, realizzati con stoffe pregiate e adornati con ricami e applicazioni in rilievo in netto contrasto. L'abbigliamento veniva arricchito da parrucche voluminose e da un trucco a volte eccessivo, ma considerato molto sensuale. Nel diciassettesimo secolo, la moda detta legge e talvolta sorprende con proposte bizzarre o strane consuetudini. Riguardo la biancheria da letto e le lenzuola in particolare, si soleva ammorbidirla con dell'acqua, in modo da renderla soffice ed accogliente. Ciò non faceva molto bene alla salute, oltre a creare quel fastidioso odore tipico della stoffa bagnata ed umidiccia. Del resto, questo dettaglio sembrava non interessare così tanto i nobili, più attenti all'aspetto esteriore e a creare look insoliti che stupissero durante le feste e i ricevimenti all'ordine del giorno. Oltre al lino, abbiamo la diffusione di altre stoffe e trame con le quali si realizzano abiti, abbigliamento intimo e biancheria da letto. E' il caso della Fiandra, stoffa pregiatissima e di una bellezza senza pari per la quale le ricche donne del Settecento andavano letteralmente in visibilio, senza preoccuparsi del prezzo decisamente eccessivo. Come ben si sa, il diciassettesimo secolo non brillava per pulizia ed igiene. Questo valeva anche per le lenzuola. Da antichi documenti si è venuti a conoscenza che la biancheria della regina di Francia venisse cambiata ogni tre anni, aumentati poi a cinque nel diciottesimo secolo. Per fortuna le cose sono cambiate! Nel diciannovesimo secolo le lenzuola iniziano ad essere prodotte industrialmente. In questo modo, potevano permettersele tutti, non solo i nobili o chi ne aveva facoltà. In Inghilterra e a Praga nascono le prime fabbriche che producono biancheria da uomo e da letto, mentre in Italia si dovrà aspettare ancora una ventina di anni. Quando il mercato del tessile prese piede nel nostro territorio, conobbe una grande fortuna, tanto che l'Italia diventò ed è tuttora una delle massime produttrici ed esportatrici di tessuti con i quali si confezionano capi d'abbigliamento, biancheria e lenzuola. I nostri primi acquirenti furono gli egiziani e i greci, ben contenti di avere a disposizione una così vasta gamma di stoffe tra cui scegliere. Decisiva fu la svolta americana, che ci consacrò al successo. Accanto alle grandi industrie, rimanevano le piccole realtà artigianali. Nell'Italia del primo e del secondo dopoguerra le donne erano solite arrotondare e dare una mano alla famiglia eseguendo piccole riparazioni o realizzando ex novo splendide lenzuola e corredi, con il solo ausilio della macchina a cucire. Intanto, le industrie tessili si espandono sempre di più, potenziando il loro organico e velocizzando i tempi di lavorazione. Ora vi sono diversi reparti per la creazione delle lenzuola e in genere della biancheria: il reparto del taglio che, dopo aver ricevuto i tessuti dal magazzino, provvede alla cernita e al ricavo delle sezioni occorrenti; il reparto adibito al confezionamento, dove file ordinate di operaie sono impegnate nell'imbastitura e nella cucitura, rifinite poi a mano con spilli e fili di cotone, per passare poi al reparto di imballaggio, in cui le lenzuola vengono preparate e controllate prima dell'immissione sul mercato. Nasce il Made in Italy, marchio che ancora ci contraddistingue in tutto il mondo e che esibiamo con orgoglio. Negli anni Sessanta arriva il boom economico, che coinvolge ovviamente anche il tessile. L'allegria e la buona speranza influenzano le mode, rinnovando le lenzuola, ora coloratissime e vivaci. Alla tinta unita si affiancano le stampe optical, le righe, il tartan e tantissimi altri motivi, che vengono realizzati a macchina, sostituendo il difficile e lungo (anche se prezioso) lavoro artigianale delle ricamatrici. Oggi sul mercato le stoffe sono tantissime e c'è una possibilità di scelta praticamente infinita. A seconda dell'utilizzo e della finalità, si opta per una stoffa diversa. Per la biancheria ornamentale e di guarnizione, come ad esempio centrini e centrotavola, si preferiscono il pizzo ricamato e il lino. Per la biancheria da letto, le lenzuola sono generalmente in cotone o in misto cotone, mentre la lanetta scalda le lenzuola invernali e per la mezza stagione. La biancheria cosiddetta fine, quella più pregiata e di lusso, magari sfoggiata nelle grandi occasioni o data in dote alla promessa sposa è in tela d'Olanda e d'India, caratterizzata da una consistenza leggera ed impalpabile. Molto utilizzate a questo scopo anche gli opal di cotone, le batoste e i voiles. Sempre nel diciannovesimo secolo, in Italia compare anche la seta, considerata uno tra i tessuti più eleganti e raffinati in circolazione. I colori che andavano di moda ad inizio secolo erano quelli pastello come il lilla, il verde acqua, l'avorio e l'ecru, sia a tinta unita che abbelliti da delicate decorazioni in rilievo, spesso in oro o con riflessi bronzei, quasi a ripercorrere le tendenze del passato. Le fabbriche cominciano a diversificarsi. Quelle adibite alla produzione di lenzuola meno pregiate e per l'uso quotidiano puntano sulla velocità di esecuzione e sulla forza lavoro, ovviamente sottopagata. Le fabbriche d'elite invece mirano alla precisione e alla realizzazione di capi unici nel loro genere, che vedono lievitare i prezzi proprio per la complessità e la durata delle fasi di lavorazione. Le lenzuola pregiate vengono controllate in ogni dettaglio al termine di ogni singola fase di lavorazione, affinché garantiscano una qualità superiore. Le fabbriche tessili italiane si espandono a macchia d'olio, interessando la zona di Varese, Novara e Milano. Tuttavia, rimangono ancora le lavoratrici artigiane, che realizzano capi di una bellezza senza tempo a casa propria. Come scegliere le lenzuola? Ovviamente dipende dallo stile della nostra casa e dall'effetto che vogliamo ottenere. L'arredamento, sia che riguardi i mobili che i complementi, deve essere studiato nei minimi dettagli, anche per quanto riguarda la biancheria. Se la casa ha un gusto classico e tradizionale, meglio puntare su lenzuola dalle colorazioni tenui e delicate, che richiamano le atmosfere primaverili. Contribuiranno ad alleggerire la pesantezza del legno, materiale tipico dell'arredamento retrò o vintage. Possiamo quindi orientarci sul bianco, sull'avorio, nocciola, ecru, lilla, verde acqua, azzurro, carta da zucchero, giallo chiaro e simili. Per la camera da letto design e moderna invece, via libera alle colorazioni più strong, magari in metto contrasto con la base e la testiera del letto. Se i mobili sono bianchi o neri, staranno benissimo delle lenzuola colorate e dai toni vitaminici del ciclamino, verde acido, viola o arancione brillante. Per quanto riguarda la trama, non c'è alcuna raccomandazione particolare. Oggi le lenzuola e i completi letto sono talmente belli che staranno bene in ogni ambiente. Le fantasie spaziano da quelle più classiche come le righe, i pois e il tartan a quelle più allegre ed insolite, come ad esempio i giochi di geometrie o raffigurazioni a tema vario. Se si sceglie la fantasia piuttosto che la tinta unita, è bene ricordare che questa andrà selezionata in base al resto dell'arredamento, in modo che riesca a creare continuità di stile ed armonia. I materiali di realizzazione delle lenzuola da privilegiare sono naturalmente quelli naturali, primo tra tutti il cotone, che assicura il massimo beneficio. Oltre ad essere confortevole sulla pelle, il cotone è igienico ed anti allergico. Si rivela quindi perfetto sia per i bambini che per gli anziani, che solitamente presentano una pelle più fragile e soggetta ad irritazioni. Inoltre, il cotone si può lavare senza alcuna precauzione particolare anche ad alte temperature: se di buona qualità, conserverà la sua morbidezza e colore iniziale, bianco o colorato che sia. L'ideale sarebbe abbinare le lenzuola al resto della biancheria del letto, che diventerà un luogo ancora più accogliente se piumino, coperte e federe saranno accostate piacevolmente alle lenzuola. L'azianda LoveTheSign, vero e proprio punto di riferimento per l'arredamento domestico, propone una vasta gamma di lenzuola e biancheria da letto, tutte delle migliori marche. Tra queste troviamo nomi illustri quali By Nord, Ferm Living, Lait Baby, Missoni HOME, Moodelli e Vivaraise, anche se le collezioni di LoveTheSign si rinnovano continuamente, arricchendosi di nuove firme e proposte. Bellissime le lenzuola Missoni Home, che daranno colore e personalità al letto. La fantasia è quella tipica della casa di moda: righe coloratissime su fondo a tinta unita o altri giochi geometrici che non mancano di stupire. Le lenzuola Missoni di LoveTheSign sono una garanzia, sia per quanto riguarda la qualità superiore dei tessuti di realizzazione che per la piacevolezza estetica. Anche per il letto, Missoni porta allegria e colore, tingendo le lenzuola di palette arcobaleno. Le diverse combinazioni cromatiche, disponibili anche per piumini e federe, sono in grado di rinnovare completamente il letto e il look in generale della stanza. LoveTheSign ha collezioni di lenzuola adatte a qualsiasi occasione e finalità d'uso. Si possono infatti trovare lenzuola per letti matrimoniali, singoli, a una piazza e mezza e per i lettini dei bimbi. A questo proposito, molto interessanti sono le lenzuola Moodelli, semplici e raffinate nello stesso tempo. LoveTheSign propone set di lenzuola Moodelli per il letto dei bambini, facili da abbinare e meravigliose da vivere. Il bello di questo set è il fatto di comprendere delle lenzuola di diversa misura, soluzione ideale per accompagnare con amore la crescita del proprio bimbo, senza ogni volta acquistare della biancheria da letto nuova. Abbiamo dunque un tris di lenzuoli con angoli un lenzuolino da sistemare sopra. E' possibile scegliere la colorazione che più ci piace e che meglio si adatta alla stanzetta, così da completarla al meglio. Il materiale è un confortevole cotone, ideale per cullare il sonno dei bimbi e proteggere la loro pelle delicata, riparandola dagli spifferi e facendola traspirare nello stesso tempo. Moodelli è un'azienda che ha colpito LoveTheSign per la sua verve innovativa e capace di guardare al futuro. Il brand è stato fondato ed ideato da tre giovani promesse spagnole del design, conoscendo immediatamente il successo e il consenso della clientela. La filosofia di Moodelli è orientata alla praticità, alla voglia di vivere al massimo ogni giorno, senza dover rinunciare alla qualità di un prodotto decisamente sopra gli standard. Oltre a Moodelli e Missoni Home, LoveTheSign propone tante altre collezioni di lenzuola per grandi e piccini, bellissime nelle loro colorazioni e fantasie e che riescono ad integrarsi ad hoc in qualsiasi ambiente, dal più classico a quello più moderno. La qualità si vede in ogni singolo dettaglio, dalla fattura delle lenzuola, alle cuciture, alla conformazione degli angoli, fino alla nitidezza di colori e fantasie. Le lenzuola LoveTheSign si possono lavare tranquillamente in lavatrice anche ad alte temperature senza che rovinino. Se si pensa che passiamo dalle sette alle otto ore a letto, si può ben immaginare quanto sia importante che questo sia allestito al meglio. Non solo piacevolezza estetica quindi, ma anche comfort e igiene. Il letto, culla dei nostri sogni e luogo magico dove rifugiarsi, deve essere curato in ogni singolo dettaglio. Oltre alla scelta della rete e del materasso, elementi indispensabili per non alzarci con dolori articolari e per non avere problemi alla schiena, è importante pensare alla biancheria. Questa dovrà essere accuratamente selezionata, come se fosse un vestito da indossare ogni giorno. I materiali da prediligere sono quelli del cotone e del misto lino, traspiranti, anti odoranti e fluidi sulla pelle. LoveTheSign è attenta alle esigenze della sua clientela e, oltre a proporre lenzuola di gusto ineccepibile e in linea con le ultime tendenze, unisce la qualità superiore dei materiali e della lavorazione. Scegliere lenzuola delle collezioni LoveTheSign significa andare a colpo sicuro, assicurandosi quanto di meglio offre il mercato. "
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.

Pagamenti Sicuri
Payments