Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
PIANOPRIMO
New York in una settimana: 10 cose da NON fare
top banner arrow
Tempo di lettura
4 Minuti

New York in una settimana: 10 cose da NON fare

New York è un False Friend. Tutto è esattamente come te lo aspettavi. L’eccitazione di sentirsi così a proprio agio e di pensare che a New York ci sia posto anche per te non è destinata a diminuire. Mai.

È come mangiare hamburger, non puoi stancarti di farlo. Salati e anche dolci, con un range di condimenti dal tradizionale all’avanguardia, quello speciale mix di consistenze che accontenta il gusto di tutti: sono un melting pot culturale in forma di panino farcito. New York è un gigantesco hamburger.

La vista dall'Empire State BuildingLa vista dall'Empire State Building

Esiste un hamburg…, ehm, una New York per ogni gusto e una nutrita letteratura su cosa fare, vedere e mangiare. Per questo, se hai in agenda un viaggio nella grande mela, non ti aiuterò a stilare una to-do list ma una – ben più utile –  don’t list.

Comunque, se te lo stai chiedendo, uno degli hamburger più buoni della città lo trovi da DuMont Burger a Williamsburg.

Sticker Let's Go To New York
Planisfero da grattare Scratch Map
Lampada da tavolo Mappamondo Capital Q Led
Stampa con cornice Donald Trump 50x50 cm
Fermalibri Towers New York

Musei a New York e itinerari culturali

1. Non acquistare il City Pass

Se non hai in programma di visitare tutte le sei attrazioni cui il biglietto ti dà diritto, questo ticket cumulativo non risulta conveniente. Inoltre tra le sei mete incluse manca il MoMA!

2. Non andare al MoMA di venerdì 

Il venerdì l’ingresso al MoMA è gratuito. Tutti i turisti si danno appuntamento lì, al quinto piano, quello del cielo stellato di Van Gogh e delle ninfee di Monet. Opere che non vedrai mai a causa della calca. 

3. Non guardare uno spettacolo a Broadway

La vita culturale di New York è ricchissima: cinema, teatri, mostre. Potresti provare l’Opera e divertirti a fare people watching tra ragazze agghindate da ballo delle debuttanti e turiste mitteleuropee in sandalo e calzino. Oppure infilarti in un locale d’improvvisazione jazz. Fino a qualche anno fa poteva capitarti di trovare sul palco Woody Allen, felice di suonare il suo sax.

Romeo and Juliet alla Metropolitan OperaRomeo and Juliet alla Metropolitan Opera

Shopping a New York

4. Non fare acquisti prima di mezzogiorno

Nella maggior parte dei casi non potrai farlo: i negozi più mattinieri aprono alle 11:00. Chiudono anche relativamente presto la sera. 

5. Non desiderare la gonna d’altri

Potresti imbatterti in persone insensatamente in coda all’angolo di una strada. Con molta probabilità il serpentone di attendenti conduce a una special sale.

A New York i saldi sono una cosa seria: brand di prima linea scontati del 90% e la violenza con cui la cinematografia ritrae i saldi da Bloomingdale non è fiction. Evita quindi spargimenti di sangue e molla quella gonna al primo sguardo ostile.

WilliamsburgWilliamsburg

6. Non comprare frutta e verdura

Se lo fai, non credere sia conveniente. Tieni presente che il sistema metrico è in libbra. Ora, se la libbra è quasi mezzo chilo, il conto è presto fatto: costa tutto più del doppio.

Kokeshi Prince
Cuffie wireless aHead bianco
Giradischi Crosley Cruiser II
Portafrutta Frutteti Come d'autunno a New York
Scolapiatti e set da scrivania Inception
Mug Grand Cru

Last but non least: consigli di sopravvivenza

7. Non bere caffè da asporto

Te ne rovescerai una generosa ondata addosso perché il bicchiere non può essere maneggiato con la stessa disinvoltura che vediamo nei film.

Il caffè è molto più leggero del nostro ma conviene non esagerare: anche la Pale Ale londinese si beve che è un piacere, ma alla quarta pinta ti sbronzi comunque. Alla terza mug di caffè vorrai uccidere qualcuno.

Un bar in WilliamsburgUn bar in Williamsburg

8. Non essere accomodante con i camerieri

La mancia è d’obbligo. Forte di questo credito, sentiti in diritto di sfinire di no gli inservienti: niente ghiaccio nelle bevande, niente salse sui piatti, nessun dressing sulle insalate. Gli americani hanno la mano pesante in questo genere di cose.

9. Non attraversare il ponte di Brooklyn in bici di martedì

Inforcare il ponte di Brooklyn in bicicletta di martedì, come in ogni altro giorno della settimana, è pura follia. Ogni centimetro quadrato calpestabile è occupato dai turisti in pellegrinaggio tra Manhattan e Brooklyn. 

10. Non dimenticare di chiedere lo spelling

La best cheese cake in town? La trovi da Two red hents. Peccato che, non avendo chiesto lo spelling, ho cercato per ore un locale che si chiamasse tulip red pants. Consolazione: la loro cheese cake fa di ogni delusione un lontano ricordo.

Stampa con cornice Barack Obama 50x50 cm
Specchio decorativo Love
Stampa Design
PRODOTTI CITATI NELL'ARTICOLO
CONDIVIDI
Vedi nello shop
Go up Torna su
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo le spese di consegna per ordini sopra i 150 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *soggetta a condizioni, consulta le FAQ per maggiori dettagli.

Pagamenti Sicuri
Payments