Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
PIANOPRIMO
Un picnic è quello che ci vuole
top banner arrow
Tempo di lettura
6 Minuti

Un picnic è quello che ci vuole

Marzo, e poi aprile e siamo in vista del tanto atteso traguardo estivo. Il pensiero è un veloce centometrista e la cosiddetta bella stagione ha tutto il fascino del risveglio dal letargo e, contemporaneamente, quello del sabato del villaggio.

La Pasquetta è il pronti, partenza, via!delle gite fuori porta. Tuttavia è il meteo proverbialmente ballerino di questo periodo l’arbitro di ogni intenzione alla movimentazione di cani, amici, parenti, bambini e attrezzature sportive di varia natura. Weekend con pioggia a tratti, dice l’applicazione martedì. Sole coperto, suggerisce timidamente giovedì. Venerdì è nuvoloso. Che fare, osare? Rimandare tutto e restare chiusi in casa come vampiri terrorizzati dal primo flebile spiraglio di sole?

Un picnic è quello che ci vuole. Il termine picnic deriva dal verbo francese piqueniquer, dove piquer significa pizzicare e nique, cosette. Etimologicamente non c’è alcun riferimento all’aria aperta: potreste invitare amici per un picnic e far fede alla promessa imbandendo una tavola di fingerfood (la più calzante traduzione di piqueniquer), ma poiché la provocazione è un’arte raffinata, per stupire e far tutti contenti vi basterà trasformare il picnic in un inedito mix tra convivialità outdoor e merenda casalinga, sfoderando tutto lo stile che è possibile esercitare solo quando si gioca in casa.

FUORI PIOVE: PICNIC A CASA

Vallo a spiegare ai bambini che la giornata al parco è saltata o al tuo partner che deve rinunciare alla fresca pennichella che sogna da una settimana. 

L’idea

Fuori diluvia ma il vostro picnic non ne pagherà le conseguenze: servono un plaid da stendere a terra, tanti cuscini colorati, una tenda-rifugio più o meno improvvisata per i piccini e comodi pouf per i pigri e i non-più-giovani. Attenzione alle stoviglie: in assenza del morbido manto erboso, conviene optare per le materie plastiche anti-sbecco che, oltre a questo importante vantaggio, offrono una gamma colore sicuramente più allegra dei classici da cucina.

Ricordatevi anche degli animali domestici: avervi tutti a terra li farà impazzire di gioia ma sarà bene che sappiano quale è il cibo a loro riservato con una ciotola ben vistosa. Infine, giochi per tutti: da tavolo(ma trasferiti sul pavimento per l’occasione), da passeggio domestico o tecnologici.

Il tocco in più

Approfittate della corrente di casa per far girare all’impazzata il robot da cucina e produrre centrifughe, spremute, succhi e sorbetti coloratissimi e freschi da servire in bellissime caraffe e bicchieri con tanto di ombrellino.

La ricetta

Centrifuga di ananas, carote, pepe di Cayenna e zenzero.

2 tazze di ananas a pezzi
2 carote
2 gambi di prezzemolo
Pepe di Cayenna Q.B.

Centrifugate tutti gli ingredienti. Versate e aggiungete una macinata abbondante di pepe di Cayenna.

4 Bicchieri Crystal
Tenda da gioco Tent
Pouf Pasadena

FUORI C’È (UN TIMIDO) SOLE: PICNIC IN TERRAZZO

Se allontanarsi è un rischio o semplicemente non vedete l’ora di inaugurare l’angolo di paradiso che vi aspetta subito oltre la porta-vetri del salotto, proponete un picnic in terrazzo al posto della solita grigliata da veranda.

L’idea

In realtà potrete anche grigliare, la sostanziale differenza consisterà nel non centralizzare l’allestimento su un unico tavolo, bensì disporre cibi, stoviglie e bevande su livelli diversi, coprendo tutta la superficie del balcone. Create dei punti focali, secondo la logica del buffet: l’angolo cocktail, l’altare - caro alle signore sempre a dieta - delle verdure in pinzimonio, la griglia portatile -orgoglio del padrone di casa-, il tavolino dei dolci e del caffè.

Ci sarà bisogno di un po’ di lavoro di preparazione affinché la vostra terrazza sembri un autentico scorcio di parco: vasi di grandi dimensioni, piante sospese, sedie e tavolini da esterno, supporti dall’effetto mimetico e le immancabili iconiche sedute da dehor. Le ultime tendenze premiano il verde e quindi preferite felci, rampicanti e sempreverdi e profumate l’aria con le erbe aromatiche ben disposte in vasetti e su ripiani dedicati.

Il tocco in più

Tanti tappeti a terra, non necessariamente in tessuto tecnico ma presi direttamente in prestito al soggiorno: camminare a piedi nudi sorseggiando il drink in cui avrete pestato la menta appena colta sarà un’esperienza impagabile.


La ricetta

Il mojito

4 Cl di rum bianco cubano
3 Cl di succo di lime
7 foglioline di hierba buena o menta
2 cucchiai di zucchero di canna bianco raffinato
Ghiaccio sbriciolato grossolanamente
Soda

In un tumbler alto mettete due cucchiaini di zucchero di canna bianco e il succo di mezzo lime. Mescolate con cura, aggiungete la menta, schiacciate delicatamente con il pestello, aggiungete il ghiaccio, il rum e completate con una spruzzata di soda. Guarnite con un rametto di menta e una fetta di lime.

Pinza per barbecue
Barbecue Cube
Grembiule per grigliate

IL SOLE SPLENDE: CHIC-PICNIC NEL VERDE

Ci sono tutte le premesse del caso: giornata raggiante, animali in perfetta forma, frisbee spolverato. Si scende in giardino - per chi ha la fortuna di averne uno - o si va al parco.

L’idea

Da veri damerini ottocenteschi che non hanno mai conosciuto i materiali sintetici, il vostro cesto/borsa da picnic conterrà un autentico set di porcellane. Giocate sul raffinato contrasto con l’ambientazione e apparecchiate tavola come foste in casa, anzi proponete interi set da tè o la gamma completa di posate: dalla forchetta per l’antipasto al trinciapollo. Scegliete pattern marcatamente aristocratici, come il bianco-blu della porcellana inglese.

Rifiutate con atteggiamento snob tovaglie e tovaglioli in carta, preferendo il tessuto, meglio ancora se naturale. A ben pensarci la vostra scelta è anche molto eco-friendly: vi costringerà a lavare tutto a casa ma produrrete la minor quantità di scarti possibile. Anche il menù dovrà essere coerente con la vostra scelta di stile, per cui sì a monoporzioni di fresche zuppe estive o al caffè direttamente dalla moka.

Il tocco in più

Imbandireste una tale tavola senza un singolo fiore? Giammai! Al vostro super posh picnic non mancheranno vasi, fiori, candele e trasparenze.

La ricetta

Il gazpacho

1 kg di pomodori maturi e succosi
½ cipolla bianca
1 peperone verde
1 cetriolo
1 pizzico di cumino macinato
3 cucchiai di aceto di vino rosso
½ cucchiaio di sale
200 grammi di olio extravergine
½ panino raffermo

Lavate i pomodori, e affettateli sbucciate l'aglio, pelate e suddividete in 3 o 4 parti la cipolla. Lavate il peperone, affettatelo e rimuovete i semi. Sbucciate il cetriolo. Ammorbidite il panino immergendolo in acqua e strizzatelo il più possibile. Frullate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa. Lasciate riposare il gazpacho in frigorifero.

Cuscino Outdoor Moulins a' vent Cabanon
Vassoio Moulins a' vent
Vaso piccolo ocra
PRODOTTI CITATI NELL'ARTICOLO
CONDIVIDI
Vedi nello shop
Go up Torna su
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.

Pagamenti Sicuri
Payments