Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
PIANOPRIMO
Eclisse e Dalù: dal genio di Magistretti le lampade che hanno rivoluzionato il design della luce
top banner arrow
Tempo di lettura
5 Minuti

Eclisse e Dalù: dal genio di Magistretti le lampade che hanno rivoluzionato il design della luce

quote-divider
Come è grande il mondo alla luce delle lampade!

Questi versi di Charles Baudelaire in Le voyage sintetizzano bene l’espressione artistica di uno che di luce e di lampade se ne intendeva parecchio: Ludovico (Vico) Magistretti, pluripremiato architetto e designer di cui proprio quest’anno ricorre il centenario della nascita

L’architettura è stata il suo primo amore, mai abbandonata fino alla scomparsa nel 2006. 

Fin dagli esordi nello storico studio di via Conservatorio, a Milano, il giovane Vico inizia a portare la sua luce negli (oscuri) anni del Dopoguerra.  
Ridisegna gli scenari di sovrabbondanza decorativa dell’urbanistica dell’epoca introducendo una controtendenza basata sulla semplicità, intesa come assenza di ridondanza

L’idea di semplicità accompagna Magistretti anche quando, dagli anni ’50 in poi, decide di affiancare alla carriera di architetto quella di Designer. Il suo è uno stile brillante e innovativo: concept design  moderno e visionario, forme sinuose ma essenziali, materiali funzionali e resistenti. 

La poliedrica vena creativa del designer milanese sorprende, conquista, affascina. 

In particolare, si dedica con passione alla progettazione di lampade. I suoi sono disegni semplici nelle linee, ma potenti nella forza espressiva e nella capacità di evocare immagini sorprendenti. 
Ne sono esempio i modelli progettati per Artemide tra gli anni ’60 e gli anni ’70, considerati pezzi iconici dell’illuminazione di design.

Vico Magistretti per ArtemideVico Magistretti per Artemide

Eclisse e Dalù: il design che arreda, veste, racconta

quote-divider
Tutto si concede a chi porta luce.
Andrea Pinchi

E lui, Vico Magistretti, la luce l’ha letteralmente portata nelle case attraverso creazioni diventate simbolo dell’Interior Design made in Italy: lampade da tavolo destinate a rivoluzionare completamente il modo di immaginare e interpretare il classico abat-jour. 

Magistretti ha creato, Artemide ha interpretato e diffuso il suo messaggio: Eclisse e Dalù sono diventate icone mondiali di stile e arte contemporanea.

Storia di Eclisse: tutta colpa di Victor Hugo…

Eclisse by ArtemideEclisse by Artemide

La storia di Eclisse è contornata di fascino e aurea leggendaria. Tutto ha inizio nel 1963, sulla metropolitana di Milano. 

Leggendo I miserabili di Victor Hugo, Magistretti inizia a pensare alla lanterna di Jean Valjean descritta nel romanzo. Un attimo dopo nella sua testa la lanterna semi-cieca di un ladro si trasforma in una lampada da tavolo. Per non perdere l’improvviso guizzo creativo, prende il biglietto della metropolitana e butta giù uno schizzo sul retro.

Il concetto progettuale prevede tre semisfere: due fisse – la base e la calotta esterna – e una calotta interna mobile. 

Da qui l’idea di aggiungere a quella prima folgorante immagine in metropolitana la metafora del fenomeno astronomico: simboleggiando il sistema Sole-Terra-Luna, le tre semisfere simulano ciò che avviene durante le eclissi di Luna, quando il cono d’ombra terreste investe in maniera totale o parziale il globo lunare. 
Allo stesso modo, la calotta interna ruota coprendo totalmente o in parte l’emissione luminosa della lampadina. L’utente è libero di graduare il fascio di luce per ottenere un’illuminazione soffusa e schermata oppure diffusa e omogenea: anche questa è una piccola rivoluzione. 

Premiata con il Compasso d’oronel 1967, Eclisse fa parte della collezione permanente del MoMA di New York e del Triennale Design Museum di Milano.

Eclisse by ArtemideEclisse by Artemide

Dalù: la luna a metà

Dalù by ArtemideDalù by Artemide
quote-divider
Mi piace pensare che la luna è lì, anche se io non guardo?
Albert Einstein

Per Artemide Magistretti firma un’altra lampada cult con protagonista la luna: Dalù

Stavolta è una mezza lunaminimal e stilizzata al cui interno la lampadina infonde una luce soffusa ma potente.
Vista di lato, sembra propendersi verso gli ambienti da illuminare. Dalla nicchia in cui è allocata, la lampadina in vetro opaco fa risaltare i volumi tra loro opposti creando suggestivi giochi di luce.

Inizialmente Magistretti la immagina solo in due colori, il bianco e il nero
Negli anni, Artemide la lancia in varianti che mantengono l’originario materiale termoplastico stampato, ma riadattano lo stile anni ’60 alle varie epoche. 
Accanto alle storiche versioni in bianco e nero, nascono così riedizioni di Dalù ancora più flou e contemporanee: nuance lucide e trasparenti, scala del rosso e dell’arancio.

Accenti accattivanti e iper-moderni di un classico del design della luce.

Dalù by ArtemideDalù by Artemide
Tempo di lettura
5 Minuti
VEDI NELLO SHOP
CONDIVIDI
CONDIVIDI
Vedi nello shop
Go up Torna su
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 9.30-12.30 | 14.30-16.30
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Se non sei soddisfatto del tuo acquisto, fare un reso è davvero facile. Consulta le FAQ per maggiori dettagli.

Pagamenti Sicuri
Payments