Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO

Acquari e Casette

Anche gli animali più piccoli hanno bisogno di sentirsi a casa e la loro casa non deve essere per forza semplice o banale. Le casette per uccelli e gli acquari di design arredano la stanza in cui decidi di installarli, mentre garantiscono il riparo adatto per gli amici domestici più discreti.
Visti di recente
Regali Aziendali
Scopri assieme al nostro servizio clienti b2b i regali con cui la tua azienda può premiare clienti e fornitori senza rinunciare a distinguersi.
Iscriviti alla Newsletter
Idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive sull'home design ma non solo. Ti raccontiamo l'universo della casa in tutta la sua bellezza.
Proseguendo accetti Privacye Termini e Condizioni
Invita un Amico
In casa LOVEThESIGN più si è meglio si sta. Invita tutti i tuoi amici: per te un buono sconto a ogni loro primo acquisto.
Customer Service Servizio Clienti Dedicato
Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com
Prodotti 100% Originali Prodotti 100% Originali
Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.
Soddisfatti o Rimborsati Soddisfatti o Rimborsati
Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.
Pagamenti Sicuri Pagamenti Sicuri
Payments
L'uomo ha sempre cercato il contatto con gli altri animali che popolano la terra, non solo per motivi alimentari. I primi uomini, varie migliaia di anni fa, erano prevalentemente cacciatori, ma già nell'antichità cominciarono ad addomesticare alcuni animali, spesso per cibarsi delle loro carni come nel caso di capre e maiali. Il cane è stato uno dei primi animali ad essere addomesticato, prevalentemente per aiutare nella caccia, nella raccolta di alcuni particolari frutti o prodotti della terra e anche come animale da guardia agli accampamenti. Nel corso del tempo l'uomo ha continuato ad ampliare il numero di animali addomesticati, alcuni de
L'uomo ha sempre cercato il contatto con gli altri animali che popolano la terra, non solo per motivi alimentari. I primi uomini, varie migliaia di anni fa, erano prevalentemente cacciatori, ma già nell'antichità cominciarono ad addomesticare alcuni animali, spesso per cibarsi delle loro carni come nel caso di capre e maiali. Il cane è stato uno dei primi animali ad essere addomesticato, prevalentemente per aiutare nella caccia, nella raccolta di alcuni particolari frutti o prodotti della terra e anche come animale da guardia agli accampamenti. Nel corso del tempo l'uomo ha continuato ad ampliare il numero di animali addomesticati, alcuni dei quali divennero quelli che sono noti come animali da compagnia. Inizialmente si sfruttavano però le peculiarità utili di questi animali, usandoli per il lavoro o per i prodotti che consentivano di ottenere, come nel caso delle api. Solo in un secondo tempo, con l'avvento del benessere, la vicinanza con gli animali ha acquisito un significato del tutto diverso. Nonostante alcuni di essi siano stati apprezzati per la forza motrice che permettevano di sfruttare, o per le loro carni, nel corso del tempo l'uomo ha cominciato ad usare gli animali anche per altri motivi. Il cane e il gatto sono gli esempi più classici; inizialmente furono addomesticati per sfruttarne le abilità, ad esempio i gatti erano allevati dall'uomo soprattutto come guardie contro ratti e altri piccoli roditori. In seguito però divennero anche compagni di giochi, da curare e coccolare. I gatti erano animali domestici rispettati e trattati come sacri già nell'antico Egitto; i cani, utilizzati per il lavoro ma anche per i giochi, si avvicinarono agli accampamenti umani già 15.000 anni fa. Altri animali addomesticati e allevati dall'uomo furono i pesci. Inizialmente le popolazioni cominciarono a tenere i pesci catturati in piccoli bacini, in modo da poterli consumare nel corso del tempo, mantenendoli vivi fino al momento del bisogno. Con il tempo si comprese che mantenere una popolazione di pesci vicino all'abitato permetteva di avere cibo fresco ogni giorno, grazie al loro comportamento prolifico. Inoltre questi animali mantenevano pulita l'acqua da insetti di vario genere, anche dalle fastidiose zanzare. Oltre ad essere utili, i pesci erano anche decorativi e rendevano più piacevoli le pozze di acqua e i tratti di fiume che si trovavano vicino alle abitazioni dell'uomo, diventando dei veri e propri animali decorativi, non più allevati per il consumo. Un chiaro esempio di pesci allevati da secoli per il loro aspetto sono le carpe Koi, la cui diffusione cominciò vicino ai templi scintoisti in Giappone. Questi pesci non sono sono bellissimi, ma anche molto docili e perfetti per mantenere pulito e sano l'ambiente acquatico di un piccolo laghetto. In Cina si preferivano invece i pesci rossi, che entrarono anche nelle case, all'interno di ampi recipienti. Nel corso dei secoli l'acquariofilia è diventata una vera e propria arte, con diversi tipi di tendenza, a seconda del periodo storico. Durante l'epoca vittoriana, in Inghilterra, i naturalisti cercavano di riprodurre piccoli angoli di mare o di fiume, proprio come avevano potuto ammirare durante i loro viaggi per tutto il globo. Questo tipo di passione perdura ancora oggi, grazie agli acquari che simulano la barriera corallina o le pozze d'acqua dell'Orinoco. L'aquariofilia è una passione abbastanza diffusa, che unisce in sè il desiderio di decorare la casa e quello di mantenere il proprio contatto con la natura, sempre più lontana dalla nostra vita quotidiana. I piccoli pesci presenti in questi contenitori necessitano di cure attente, diversificate a seconda della specie che si intende allevare. Ai giorni nostri la passione per i pesci rossi, carassius auratus, dalla Cina si è diffusa in tutto il mondo, per varie ragioni. Prima di tutto, è molto facile allevare il pesce rosso; in natura questi animali vivono anche in acque mediamente inquinate, e tendono ad essere onnivori: si cibano di alghe, residui di cibo, piccoli insetti. Non hanno grandi esigenze per quanto riguarda i sali disciolti nell'acqua o per la temperatura, e una piccola presenza di inquinanti non ne compromette lo sviluppo. Tanto è vero che questi piccoli pesci, allevati anticamente solo in Cina, oggi hanno colonizzato le acque di tutto il mondo. Nei negozi di acquariofilia sono disponibili anche pesci rossi particolarmente belli, ottenuti grazie ad incroci sapienti, che permettono di ottenere colori molto appariscenti o forme bizzarre. Si tratta quindi di animali facili da allevare, perfetti anche per un bambino, con minime esigenze per quanto riguarda l'acqua, il cibo e la temperatura. Inoltre sono molto prolifici e, quindi, possono essere acquistati ad un prezzo direi irrisorio. In molte case gli acquari con pesci rossi sono utilizzati sia per godere del contatto con questi piccoli animali, sia per arredare un angolo del soggiorno e della cucina. Se si desidera allevare un pesce rosso, o un altra specie priva di particolari esigenze, Umbra propone l'acquario Fish Hotel. Si tratta di un contenitore quadrato in vetro, con una decorazione esterna in plastica, che dà all'insieme l'aspetto di un moderno condominio, con porte e finestre. La vasca interna è estraibile, per facilitare le operazioni di pulizia. All'interno di queste minuscole case, progettate da Teddy Luong, è possibile allevare pesci rossi, ma anche altre specie, come ad esempio esemplari di Betta splendens, un pesce che non ama la vicinanza con i suoi simili, che tende ad attaccare in modo feroce. Questo piccolo acquario è strutturato in modo da poter essere utilizzato da solo, ma anche per sovrapporre alcune vasche, in modo da rendere ancora più piacevole l'insieme. Non ha grandi dimensioni, quindi lo si può posizionare anche su un tavolo o su una scrivania, senza che occupi un'eccessiva quantità di spazio. Alcuni pesci, oltre ad avere un aspetto molto gradevole, sono anche abbastanza socievoli; i pesci rossi infatti tendono a ricercare il contatto con l'uomo: si avvicinano al vetro quando vedono un umano nelle vicinanze e ne osservano i movimenti. Avere un acquario come Fish Hotel in casa quindi permette non solo di ottenere una decorazione piacevole e molto evidente, ma anche di mantenere contatto con degli animali addomesticati, che necessitano del minimo indispensabile di cure da parte dell'uomo. Per allevare questi animali infatti è sufficiente cambiare periodicamente circa un terzo dell'acqua del contenitore, e servire al pesce un pizzico di cibo ogni giorno. Per la sopravvivenza di questo animale non è necessario avere filtri, piante o curare in modo particolare l'acqua in cui vive. La vita quotidiana spesso ci impedisce di avere un animale più impegnativo, come ad esempio un cane o un gatto. Questi animali, contrariamente ai pesci, necessitano di diverse cure, compresi giochi e coccole ogni giorno dell'anno. Per chi lavora tutto il giorno, e torna a casa solo nelle ore serali, avere un cane può essere un impegno eccessivamente gravoso: portarlo a spasso, dargli da mangiare, controllare la sua salute, farlo correre e giocare, sono tutte attività necessarie, per cui serve avere una buona quantità di tempo libero a disposizione. Chi non può seguire un animale come un cane o un gatto, può mantenere il suo contatto con la natura grazie ad un piccolo acquario, facilissimo da gestire. Un altro metodo poco impegnativo per avere qualche contatto con gli animali, in questo caso semi selvatici, consiste nel posizionare all'esterno della casa una casetta per uccelli. Anche questo tipo di attività affonda le sue radici nell'antichità: un nido artificiale vicino a casa permette di stimolare gli uccelli a nidificare vicino alle abitazioni, garantendo un servizio di igiene ambientale praticamente gratuito. I piccoli uccelli infatti si cibano di insetti di vario genere, dai bruchi che rovinano le piante dell'orto e del terrazzo, fino alle fastidiose zanzare. Un singolo animale può arrivare a divorare numerose larve di zanzare ogni giorno, contenendone la popolazione in modo decisamente evidente. Anticamente l'uomo tendeva a tenersi vicini anche volatili più grandi rispetto ai piccoli passerotti, come ad esempio i rapaci o i piccioni. Nel primo caso si trattava di una necessità evidente: i rapaci si cibano principalmente di piccioli roditori. Questo permetteva all'uomo di avere una guardia attiva alle derrate alimentari che conservava in ampi mucchi, mantenendo intoccate le granaglie utili alla sopravvivenza. Dei piccioni invece si sfruttano da secoli le capacità di orientamento nello spazio e la facilità di addestramento e addomesticamento: vari secoli fa i piccioni viaggiatori erano uno dei pochi metodi di comunicazione a distanza. Anche oggi sono molte le persone che amano attirare i piccoli uccelli selvatici nei loro giardini, o anche sui loro terrazzi. Il metodo migliore per farlo consiste nel fornire un poco di cibo e uno spazio per la nidificazione. Del resto nell'ambiente urbano contemporaneo per gli uccelli la vita non è così facile. Tanti grossi piccioni attuano una competizione sfrenata con passerotti e pettirossi, cui rubano il cibo. Inoltre gli spazi in cui è possibile nidificare sono sempre meno a causa delle cementificazione. Posizionare un nido artificiale fuori casa è cosa semplice da realizzare, ma conviene ricordare che è bene fare in modo che si tratta di uno spazio pratico e comodo. A tale scopo conviene acquistare una mangiatoia o un nido prefabbricati, come ad esempio la casetta per uccellini Tweet di XD Design. Questo piccolo oggetto offre lo spazio di nidificazione ad una famiglia di piccoli uccelli, che troverà lo spazio necessario e il riparo dalla luce e dal freddo. La casetta per uccelli è in ABS e bambù, totalmente ecocompatibile e anche molto decorativa. È munita di un piccolo posatoio in bambù, posto vicino al foro di ingresso. L'interno è mantenuto perfettamente igienico grazie alla presenza di fori per il drenaggio dell'umidità e per la corretta areazione. Il fondo si può facilmente rimuovere, in modo da pulirlo periodicamente. Sulla sommità del coperchio è fissata una lunga cordicella, che permette di collocare la casetta ovunque lo si desideri. Per favorire l'arrivo da parte di una famiglia di volatili è bene inserire nella casetta, o nelle sue vicinanze, qualche briciola di pane, o dei semi specifici per gli uccelli. In questo modo oltre al riparo i nostri piccoli amici troveranno anche qualcosa da mangiare, cosa assai difficile in alcune città, soprattutto durante i mesi invernali. Fino ad alcuni decenni fa le casette per uccelli non erano particolarmente utilizzate in Italia, mentre avevano un'ampia diffusione nei paesi del nord Europa, dove la coscienza ambientalista è molto più radicata. Del resto, molti paesi italiani offrono ampi parchi e spazi ideali per la vita di tutti gli uccelli. Negli ultimi anni invece sempre più persone cercano di favorire la possibilità che i piccoli animali si avvicinino alle abitazioni. Avere una famiglia di passerotti che nidifica sul terrazzo è utile e piacevole. Da un lato gli uccellini si ciberanno di numerosi insetti, richiedendoci un impegno minimo: basta ripulire il nido a fine autunno, o a fine inverno, e lasciare agli animaletti qualche briciola di pane o minuscole quantità di cibo. Inoltre potremo anche goderci cinguettii e delicati svolazzamenti, che ci faranno sentire maggiormente la presenza della natura, anche in una grande città intasata dal traffico e soffocata dall'inquinamento. Del resto sono tanti gli animali che oggi vivono nei pressi delle abitazioni umane; questo perché, spesso in modo inconsapevole, produciamo una ampia quantità di scarti di ogni genere. I gabbiani si aggirano sulle discariche, i piccioni e i passerotti sopravvivono anche grazie ai pezzetti di pane che si trovano all'esterno di un negozio di generi alimentari. Questi comportamenti sono parte integrante dell'evoluzione comportamentale degli animali, che hanno imparato ad approfittare di ciò che sprechiamo, lasciandolo nell'ambiente. Grazie alle casette per uccelli Tweet non solo potremo avere un nido vicino a casa, ma avremo anche un oggetto bello e decorativo. Gli oggetti di design infatti non solo svolgono in modo perfetto il loro compito, ma sono anche studiati in modo da sfruttare al massimo la loro valenza estetica. Per favorire la nidificazione degli uccelli è sufficiente approntare un piccolo spazio chiuso, con un ingresso di dimensioni ridotte, che impedisca ai piccioni o ai rapaci di introdursi nel riparo. Detto questo, una domanda sorge spontanea: perché non fare in modo che il nido degli uccelli sia anche molto bello? XD Desgin, con la collezione Xceptionally Different, ha prodotto oggetti ecocompatibili, che sfruttano le energie rinnovabili e che permettono all'uomo di entrare facilmente in contatto con la natura. L'acquario Fish Hotel di Teddy Luong risponde ad un'esigenza similare: i pesci rossi e i betta potrebbero sopravvivere anche in una classica boccia, o in un piccolo vaso di vetro. Ma perché non rendere la loro vita molto più confortevole, aggiungendo anche un elemento decorativo alla casa? Grazie a questo progetto il designer ha vinto il concorso alla Scuola di Design Industriale presso la Carleton University di Ottawa, in Canada. Un riconoscimento importante, che ancora una volta testimonia come il design contemporaneo sia teso a mantenere il legame dell'uomo con la natura. Due piccoli oggetti che cambiano la prospettiva, il punto di vista. Molto spesso quando si parla di nidi artificiali o di acquari per pesci rossi ci si trova dinnanzi ad oggetti pratici, ma del tutto sgraziati e privi totalmente di una valenza decorativa. In questi due casi invece si cerca di unire l'utile al bello. La ricerca contemporanea porta i designer anche ad utilizzare materiali ecocompatibili, che si possano riciclare e riutilizzare, facili da usare. Tweet e Fish Hotel hanno anche queste caratteristiche; sono infatti prodotti con materiale plastico facilmente riciclabile, con legno di bambù totalmente ecologico e con vetro, uno dei materiali che si possono riutilizzare in modo più semplice. Inoltre sono pratici, per la pulizia e l'utilizzo regolare e studiati in modo da svolgere al meglio il loro compito. Le dimensioni, la forma e lo spazio interno sono ideali per accogliere una famiglia di passerotti, in un caso, e un piccolo pesce nell'altro caso. Sono quindi degli oggetti che permettono di rispondere egregiamente a diverse esigenze, quindi perfetti per l'ambito per cui sono stati progettati e prodotti. Oggi il design deve fare anche questo, fornire forme piacevoli, e oggetti utili, che svolgano un compito preciso, senza dover essere considerati dei semplici soprammobili. Nelle abitazioni che tendono ad un arredo essenziale, bello ma con una minima quantità di fronzoli, sicuramente la casetta Tweet e l'acquario Fish Hotel si inseriscono senza alcun problema. Allo stesso tempo, l'aspetto semplice e lineare, permette di utilizzare questi prodotti anche in abitazioni dall'arredo ricercato, lussuoso o anche classico.
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. *ordini voluminosi esclusi.

Pagamenti Sicuri
Payments