Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
VEDI IL CARRELLO
  20% di SCONTO su tutte le Demetra Artemide e un libro in omaggio per il tuo piacere di leggere      Scopri l'iniziativa

Tende doccia

Visti di recente
Regali Aziendali
Scopri assieme al nostro servizio clienti b2b i regali con cui la tua azienda può premiare clienti e fornitori senza rinunciare a distinguersi.
Iscriviti alla Newsletter
Idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive sull'home design ma non solo. Ti raccontiamo l'universo della casa in tutta la sua bellezza.
Proseguendo accetti Privacy e Termini e Condizioni
Invita un Amico
In casa LOVEThESIGN più si è meglio si sta. Invita tutti i tuoi amici: per te un buono sconto a ogni loro primo acquisto.
Servizio Clienti Dedicato
Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com
Prodotti 100% Originali
Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.
Soddisfatti o Rimborsati
Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile.
*ordini voluminosi esclusi.
Secure Pagamenti Sicuri
Payments
"Accessorio spesso trascurato quando si arreda un bagno, le tende doccia sono di grande utilità quando si vuole fare una doccia che sia davvero rilassante e senza problemi. Spesso si pensa di poterne fare tranquillamente a meno: che sarà un po' d'acqua che evita le legge di gravità e si spande oltre il perimetro calcolato? Il risultato è quello di ritrovarsi con antipatici laghetti da asciugare, se non con veri e propri rivoletti che scorrono, incuranti dei confini della stanza. D'altra parte, la doccia è un piacere. Non si può farla sforzandosi di essere moderati, se non si vuole perdere buona parte del benessere che regala. Ed ecco che l'a
"Accessorio spesso trascurato quando si arreda un bagno, le tende doccia sono di grande utilità quando si vuole fare una doccia che sia davvero rilassante e senza problemi. Spesso si pensa di poterne fare tranquillamente a meno: che sarà un po' d'acqua che evita le legge di gravità e si spande oltre il perimetro calcolato? Il risultato è quello di ritrovarsi con antipatici laghetti da asciugare, se non con veri e propri rivoletti che scorrono, incuranti dei confini della stanza. D'altra parte, la doccia è un piacere. Non si può farla sforzandosi di essere moderati, se non si vuole perdere buona parte del benessere che regala. Ed ecco che l'acqua scorre dove non dovrebbe. Facile immaginare come qualcuno abbia voluto trovare una soluzione che gli permettesse di spruzzare in ogni lato, senza doverlo rimpiangere dopo. Le prime docce di cui si ha notizia risalgono all'antico Egitto e all'antica Grecia. Questi popoli già usavano il sistema di farsi scorrere l'acqua sul corpo per portar via sporco e impurità e ne hanno lasciato testimonianza. Alla fine del 1.800 si diffuse come metodo di lavaggio per tutti e anzi, all'inizio era obbligatoria per i soldati prussiani e per i prigionieri, per garantire un minimo di igiene. Da allora questo sistema non ha potuto che affermarsi sempre più, estendendosi ad ogni popolo e ad ogni latitudine. Quando è giunta, desiderata e attesa, in ogni casa civile, la conseguenza ovvia è che si sia cercato di renderla quanto più comoda e piacevole possibile. Da qui la necessità di circoscrivere il raggio in cui far arrivare l'acqua che inevitabilmente schizza e la nascita della semplice, quanto geniale, tenda doccia. Le docce, rispetto ai bagni in vasca, presentano diversi vantaggi. Sono più accessibili per anziani e disabili con difficoltà a superare il bordo della vasca, spesso troppo alto. Consentono, se usate con criterio, di risparmiare acqua ed anche tempo, perché sono più veloci ed immediate: non c'è da aspettare che la vasca si riempia. In più sono igienicamente più sicure perchè ci si lava con acqua che scorre, piuttosto che con acqua ferma. Quindi, le docce sono una splendida soluzione e un valido aiuto per la vita di tutti i giorni, e se c'è doccia c'è anche la tenda doccia. In realtà, ci può essere anche il box, ovvero un pannello, solitamente in vetro di sicurezza, che restringe il campo in cui l'acqua può schizzare, che si apre per permettere l'ingresso della persona e si chiude per espletare la sua funzione protettiva quando il soffione doccia è in funzione. Volendo mettere a confronto un box doccia con una tenda, quest'ultima può vantare un discreto numero di punti a suo favore. Innanzitutto non necessita di opere in muratura. Al massimo un piccolo montaggio, ma se la forma è classica, col bastone regolabile, è un'operazione davvero semplice. La tenda doccia è leggera e maneggevole. Non serve trasportarla, non serve farsi aiutare, sta in borsa e si porta a casa da soli. Le fantasie o i colori di una tenda doccia sono infiniti; la si può facilmente intonare al proprio bagno, al proprio stile e perfino alla propria personalità. Allegra o geometrica, tinta unita o bianca, semitrasparente o assolutamente coprente: ogni gusto viene assecondato ed esaudito. Anche nei casi in cui la doccia si trova in posizioni particolari, come angoli o spazi angusti, la tenda doccia riesce ad adattarsi alla situazione. E' quindi personalizzabile al massimo, senza dovere stare a prendere le misure precise del piatto doccia. Altro vantaggio è il minimo ingombro: quando è raccolta non toglie spazio o luminosità alla stanza da bagno. Un box con vetri opachi riduce sensibilmente, ad impatto visivo, la grandezza dell'ambiente. Tra i vantaggi, non è da trascurare l'aspetto economico; non c'è paragone tra il costo di una tenda, per quanto bella e funzionale, rispetto ad un box doccia, seppure economico. E questo fa sì che si possa cambiare aspetto alla propria stanza da bagno più frequentemente, lasciandosi attrarre da modifiche e cambi di colori o di fantasie. Cambiare una tenda doccia è quasi come rinnovare il bagno: piccoli cambiamenti, ma stimolanti. Nonostante sia solo un tessuto, la tenda per la doccia garantisce intimità. Un box doccia trasparente non consente alcun tipo di privacy, ma anche quello in vetro opaco non lascia spazio al pudore, o forse ne lascia troppo alla fantasia di un eventuale 'compagno di bagno'. Vogliamo valutare i problemi di lavaggio? Un box in vetro richiede una pulizia accurata, sia dei vetri che delle guarnizioni. Anche i binari vanno tenuti puliti da quello sporco che si insinua sempre nei posti più difficili da raggiungere. Il calcare è il vero nemico di tutto il bagno, ma nei box doccia la sua concentrazione è davvero massima e altrettanto forte deve essere l'azione di pulizia. Purtroppo lo spazio limitato in cui operare e la delicatezza dei materiali rendono questa azione piuttosto antipatica e complicata. Per pulire bene il box doccia bisogna perdere parecchi minuti e non è un lavoro agevole. In origine, la funzione delle tende doccia era quella di trattenere l'acqua come fossero dei fogli di plastica efficaci, sì, ma pur sempre rigidi, freddi e spesso soggetti ad ammuffirsi. Da allora, tanti progressi sono stati fatti anche in questo campo. I tessuti si sono evoluti, non solo nella morbidezza, ma anche nella leggerezza, nella qualità e, perchè no, nei colori e nei disegni. Le tende per doccia più attuali sono lavabili in lavatrice: una comodità infinita che permette di averle sempre pulite, igienicamente sicure e linde. La facilità nel toglierle dal supporto serve a non far passare la voglia di lavarle in lavatrice ad intervalli abbastanza regolari. In commercio si trovano tende per doccia in tessuti particolari, anti macchia e anti muffa e questo, inutile dirlo, semplifica di parecchio la manutenzione della tenda, anche quando viene utilizzata, e bagnata, più volte al giorno. Qualche perplessità sul montaggio del bastone? Se la doccia è incassata tra due muri, il bastone sarà molto semplice da sistemare; se ne può scegliere uno telescopico, con adesivi a doppio lato, da incastrare tra le pareti senza fare lavori particolari. Ben sistemato, sarà sufficientemente stabile e sicuro da reggere il peso della tenda. Se si vuole fissare il bastone con le viti, bisogna prendere le esatte misure della lunghezza e tagliare l'asta nella dimensione giusta. Una volta accertato che nei muri non passino tubi, magari utilizzando un rilevatore di metalli, si segna il punto in cui saranno sistemati i supporti e si procede col mettere i tasselli col trapano. I bastoni per le tende doccia possono essere a forma di U o anche di L. Nel primo caso, per aumentarne la stabilità, si può fissare la parte centrale della U al soffitto. Naturalmente si dovrà agganciare in un solo punto, in modo da poter far scorrere la tenda. Nelle stanze da bagno di dimensioni medio - piccole, la tenda doccia è indispensabile per salvaguardare i mobili del bagno stesso dalle gocce di acqua che, a lungo andare, li rovinerebbero irrimediabilmente. Questo avviene soprattutto nelle piccole stanze da bagno, dove i mobili e gli specchi non possono essere sufficientemente distanti dal getto dell'acqua. Quando si fa la doccia, la tenda si bagna, ma grazie al tipo di tessuto e alla sua impermeabilizzazione, l'acqua scorre via in fretta. Nonostante questo, muffe e macchie sono in agguato ed è buona cosa cercare di prevenirle. Non si può smontare e lavare la tenda ogni volta, ma si può spruzzare su di essa, ad un'altezza che sia all'incirca quella in cui comincia a bagnarsi, una soluzione detergente. Può essere usato un anticalcare, ma anche un semplice sapone per i piatti opportunamente diluito e trasferito in uno spruzzino. In questo modo, semplicemente risciacquando o anche solo facendo la doccia successiva, lo sporco non si annida e la muffa non trova terreno fertile per prosperare. Come già detto, periodicamente la tenda doccia può essere lavata in lavatrice, ma utilizzando questo accorgimento si può allungare il tempo tra un lavaggio totale e l'altro. Altro trucchetto per rimandare il più possibile il momento in cui la tenda si sporca è quello di passare con una spugnetta imbevuta di detersivo, magari mentre si lavano i sanitari, sul bordo inferiore della tenda. In quel punto, solitamente è posizionato un filo di polipropilene (rigido) inserito nella piega per rendere la tenda doccia più pesante e quindi più dritta, ma questo rilievo facilita il fermarsi dello sporco. E' per questo che si crea spesso, sul fondo della tenda doccia, un antiestetico segno nero in orizzontale. Passando il detersivo, e senza risciacquare, si evita questo inconveniente, visibile soprattutto se la tenda è in colori chiari. Tra le tendenze di moda, ma potremmo definirla la scoperta dell'acqua calda, c'è quella di comprare due o più tende doccia simili o uguali, usandone una per la doccia e l'altra, o le altre, per completare l'arredo del bagno. E' una bella idea, che dà risultati molto piacevoli esteticamente e funzionali, ma in fondo anche le casalinghe di un tempo ricoprivano la lavatrice col tessuto intonato e il principio è lo stesso. Nella stanza da bagno, ad esempio, una tenda simile o comunque ben abbinata a quella che chiude il vano doccia, può servire a coprire un eventuale tavolinetto, uno sgabello, il cesto dei panni sporchi o quant'altro. Grazie al fatto che il tessuto trattato per essere refrattario all'acqua non si sfila e non si smaglia, ci si può sbizzarrire con la fantasia, in modo semplice ed economico. Non c'è bisogno dell'intervento di una sarta per rifinire una striscia di tenda tagliata a misura di una mensola; non ci sono problemi di orli se si vuole ritagliare la tenda in cerchi, come centrini idrorepellenti, rettangoli o qualsiasi altra forma. Un po' di inventiva e il bagno si colora in modo armonico ed intonato, con una spesa davvero minima. E' un buon sistema anche per ricoprire arredi da bagno leggermente rovinati dal tempo, dall'usura e soprattutto dall'umidità, per nascondere le imperfezioni. La tenda doccia, in effetti, è un pezzo di stoffa poliedrico e funzionale, che si presta a fantasiose soluzioni. Il bagno è una stanza molto frequentata e renderla simpatica e piacevole non può che far bene all'umore. Quando si è indecisi tra il box e la tenda, non di rado si opta per la realizzazione congiunta di entrambi. Il sistema è quello di avere uno o due lati con il pannello in vetro del box doccia, lasciando lo spazio che si utilizza per entrare sotto il getto d'acqua protetto da una tenda. Soluzione originale e semplice, ma molto funzionale, che consente un abbattimento dei costi, anche se spesso il motivo per cui la si preferisce è più legato all'estetica ed alla comodità che a questioni economiche. La tenda doccia, con un po' di pazienza, può essere tagliata a strisce verticali spesse dai due centimetri in poi per creare una tenda divisoria in ambienti particolari come cantine umide o altri spazi in cui è comoda una suddivisione degli spazi. Il fatto che sia resa facilmente attraversabile tramite i tagli longitudinali contribuisce a renderla utile nei luoghi in cui si transita spesso con le mani occupate. Tornando alle tende doccia e al loro uso più comune, sul mercato se ne possono trovare diversi modelli. Ci sono quelle che si agganciano al bastone con anelli aperti, sempre per rendere facile ed immediato il loro sganciamento; ci sono quelle che si infilano nel bastone come comuni tendaggi ed anche quelle con anelli a clip, per un aggancio più efficace e meno soggetto all'inconveniente che la tenda possa uscire dall'anello. La scelta è anche tra tende doccia con asole e bottoni e perfino tra quelle che hanno la stampa su entrambi i lati, per non scontentare nessuno e non creare dubbi su come montare la tenda per doccia. Molti detestano le tende in plastica perché fredde e facili ad appiccicarsi addosso. In tal caso basta preferire quelle in tessuto di cotone o tessuto di poliestere; la fantasie ed i colori, come già ripetuto, sono infinite. Tra l'altro, esistono degli spray impermeabilizzanti che rendono le tende idrorepellenti. Molti produttori trattano il tessuto delle loro tende con prodotti biocidi, che le rendono antimuffa e molto più igieniche. Cercare la tenda doccia che più si avvicina ai propri desideri e alle esigenze del bagno può essere un'occupazione piacevole e quasi divertente, ma può anche rivelarsi noiosa se non si ha tempo a disposizione e voglia di girare. Senza rinunciare al piacere di avere un bagno rinnovato e di poter fare una doccia in piena libertà, basti pensare che viene in aiuto la rete internet, con le sue innumerevoli possibilità. Scegliendo un sito sicuro per serietà e varietà di scelte come lovethesign.com, si è certi di trovare accessori per la casa di qualità, prodotti delle migliori marche e molto spesso con la garanzia del made in Italy. Tutte le ultime novità e i prodotti più attuali sono tra le offerte di questo sito, dove scegliere è un piacere e comprare è facile. E' sorprendente accorgersi di quanta ispirazione si possa trovare navigando tra le pagine del sito. Ci si perde per l'interesse che suscita e la genialità di certe soluzioni. Online, sul sito, si trovano molte idee originali, ma anche decisamente stimolanti: oggetti particolari che consentono di arredare ogni ambiente, comprese le stanze da bagno spesso trascurate, per avere una casa che sia bella, sì, ma soprattutto comoda e funzionale. I dettagli sono importanti e fanno la differenza. Spesso è difficile ristrutturare un'abitazione, e di certo non lo si può fare troppo di frequente, ma rinnovandola con oggetti di classe e di design si possono ottenere risultati inaspettati, da lasciare stupiti. Per questo, lovethesign è una finestra sul mondo che stuzzica la mente e soprattutto propone soluzioni facili da ottenere. Un valido strumento a portata di mano, facile da consultare e semplice da gestire: questa la sua forza e il segreto del suo successo. Abbiamo esaminato le tende doccia, un dettaglio semplicemente indispensabile in un bagno che si rispetti. Le tende doccia le ""viviamo"" ogni giorno, ma forse non le valutiamo mai bene nel loro design e non riflettiamo abbastanza sulla loro utilità. Tutti ne ricordiamo qualcuna, magari classica col disegno di onde, di pesciolini, girasoli oppure a motivi geometrici. Adesso anche in questo campo le innovazioni hanno reso tutto più agevole e consono alla vita frenetica dei nostri tempi: bisogna provare per accorgersi che la differenza non è un'opinione. Se era stata accantonata l'idea di arredare l'ambiente bagno con una tenda, questo è il momento di riprendere in considerazione questa eventualità e trasformarla in una sfida di arredo. In fondo, un giro online non può che essere istruttivo; l'unico rischio è di lasciarsi conquistare. Con la tenda giusta, con le idee suggerite da una visita sul sito amato dagli intenditori che comprendono la preziosità di ogni singolo oggetto, la vita di casa acquista un fascino diverso e una piacevolezza che forse si era persa"
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro*. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile. <br>*ordini voluminosi esclusi.

Pagamenti Sicuri
Payments