Lovelist
Lovelist
La tua lovelist è vuota: esprimi un desiderio!
LOVELIST
IL TUO CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
Totale
Iva inclusa
VEDI IL CARRELLO
CARRELLO
Il tuo carrello è vuoto: inizia lo shopping!
TOTALE
Iva inclusa
VEDI IL CARRELLO
Letti a castello e Strutture letto

Letti a castello e Strutture letto

Un letto a castello non è solo una soluzione per fratelli: è l'alternativa perfetta anche per i figli unici che amano ospitare i loro amici nei weekend e per i casi in cui lo spazio è limitato. Al posto del letto di sotto, infatti, possono essere posizionati una scrivania o una libreria, o può essere creato uno spazio riservato ai giochi. Per le coppie di fratelli, la soluzione è sempre perfetta.
Richiedi il Catalogo
La lettura perfetta da tenere sul comodino, per iniziare a sognare ancora prima di addormentarti: scopri il catalogo di LOVEThESIGN!
Iscriviti alla Newsletter
Idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive sull'home design ma non solo. Ti raccontiamo l'universo della casa in tutta la sua bellezza.
Invita un Amico
In casa LOVEThESIGN più si è meglio si sta. Invita tutti i tuoi amici: per te un buono sconto a ogni loro primo acquisto.
Servizio Clienti Dedicato
Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com
Prodotti 100% Originali
Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.
Soddisfatti o Rimborsati
Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile.
LOVEThESIGN | Secure Pagamenti Sicuri
LOVEThESIGN | Payments
LOVEThESIGN
Quando i bambini in una famiglia diventano più di uno, e lo spazio in una casa non è così tanto da poter garantire ad ogni figlio la propria stanza, spesso si sceglie la soluzione più pratica, ovvero quella di far dormire i bambini insieme nella stessa stanza. Che fare, però, se la stanza è troppo piccola per permettere due letti singoli affiancati, oppure un letto matrimoniale? Se si occupa tutto lo spazio della stanza con i letti, poi si rischia che armadio, cassettiera, scrivania ed altri complementi d'arredo non entrino più, o che per farli entrare si crei un ambiente irrespirabile. Per snellire un po' la stanza e sfruttare tutto lo spaz
Quando i bambini in una famiglia diventano più di uno, e lo spazio in una casa non è così tanto da poter garantire ad ogni figlio la propria stanza, spesso si sceglie la soluzione più pratica, ovvero quella di far dormire i bambini insieme nella stessa stanza. Che fare, però, se la stanza è troppo piccola per permettere due letti singoli affiancati, oppure un letto matrimoniale? Se si occupa tutto lo spazio della stanza con i letti, poi si rischia che armadio, cassettiera, scrivania ed altri complementi d'arredo non entrino più, o che per farli entrare si crei un ambiente irrespirabile. Per snellire un po' la stanza e sfruttare tutto lo spazio, soprattutto quello in altezza (largamente inutilizzato, se non dall'armadio) si è sviluppata nel tempo una soluzione molto pratica, ovvero quella del letto a soppalco o del letto a castello. Ma come nasce il letto a castello? Dove affonda le sue origini? Il letto a castello è una struttura letto fatta di ferro o di legno, costituita da un letto ad altezza normale e da delle stecche o pali che sostengono un'altra rete, posizionata circa ad 1.70 m di altezza da terra. Se si hanno presenti molti film, sia recenti che molto vecchi, che parlano di emigrazione europea all'estero, soprattutto negli Stati Uniti ed in Sud America, ecco che i letti a castello colpiscono immediatamente l'immaginario comune. Questa tipologia di branda, infatti, spesso assemblata con materiali molto di fortuna, era lo standard negli scompartimenti di terza classe dei grandi transatlantici che solcavano gli oceani, portando al di là dell'Atlantico migliaia e migliaia di persone in cerca di fortuna. La scelta dei letti a castello, in quel caso sempre strutturati in acciaio (il legno avrebbe ceduto presto per via dell'umidità) e con materassi ricavati da materiali di scarto, dipendeva dal fatto che gli avventurieri che spesso si beffavano della povera gente in cerca di un biglietto per poter emigrare tentavano di far stare quante più persone possibile in ogni nave, e questo comportava un affollamento che metteva a repentaglio le condizioni igienico-sanitarie della nave, e con esse la salute dei passeggeri. Sperando di sfruttare sino all'ultimo metro quadrato disponibile, le cabine di terza classe per gli emigranti non potevano certo essere organizzate come lunghe ed immense camerate, ma dovevano in qualche modo essere riempite in tutte le proprie dimensioni: in questo si impose la struttura letto a castello, a volte anche su tre livelli di seduta. Stessa considerazione vale per gli scompartimenti dei treni dove si effettuava un viaggio di notte molto lungo, organizzati con quelle che venivano chiamate cuccette (proprio per la loro somiglianza a piccole cucce per cani, molto strette e tendenzialmente scomode), con le quali tante persone hanno viaggiato non solo per emigrare, ma anche, ad esempio, per andare a fare il militare o compiere altri spostamenti di centinaia e centinaia di chilometri. Le strutture sovrapposte, soprattutto in legno, fanno però tristemente parte dell'immaginario di tutti anche per quanto riguarda la Seconda guerra mondiale, in particolare il meccanismo concentrazionario dei campi di sterminio: qui milioni di Ebrei, rom, disabili, omosessuali, intellettuali ed oppositori politici persero la vita, e qui i prigionieri venivano alloggiati in edifici cadenti contenenti proprio strutture a castello. I ripiani di queste strutture erano 3, interamente costruiti in legno e senza alcun tipo di comodità, e correvano lungo tutte le pareti degli ambienti. In ogni ripiano potevano dormire fino a centinaia di persone ammassate insieme, divise soltanto per sesso (gli uomini con gli uomini, le donne con le donne), praticamente ridotte ormai a delle larve umane, senza nemmeno il diritto ad un giaciglio decente per la notte o ad un pezzo di pane per sfamarsi. Tutto questo oggi è storia da non dimenticare e da portare avanti, ma per fortuna il letto a castello ha assunto una connotazione più allegra e spensierata, e viene sempre associato alle stanze di bambini. Quali sono, per lo più, i materiali in cui si costruisce il letto a castello? E quali sono i modelli più diffusi? Intanto, i letti a castello si costruiscono oggi prevalentemente in legno e in acciaio. Questo dipende dalla durata e dall'importanza che si vuole attribuire loro, e anche dal resto dell'arredo della camera dei ragazzi. Un letto a castello in legno, infatti, è comunque più resistente ed elegante, ed ha una durata sicuramente maggiore, rispetto magari ad un letto che è costruito con materiali più moderni come l'acciaio. Tuttavia, il legno è un materiale più pregiato e vivo, quindi tende ad avere reazioni inaspettate di cambio di colore o di consistenza, per quanto possa essere stato trattato con prodotti specifici, e dev'essere anche consegnato a bambini responsabili che non ne rovinino la bellezza. Il letto a castello, poi, può avere varie declinazioni e varianti in base alle esigenze della famiglia che lo acquista. La forma più classica, infatti, prevede la sovrapposizione di due letti singoli, ma ultimamente molti modelli tendono a proporre due reti da una piazza e mezza. Questo tipo di letto a castello è molto comodo in presenza soprattutto di figli grandi, magari maschi alti, che si sentirebbero troppo compressi a dormire in un letto singolo (spesso più corto della loro effettiva altezza), ma che si sentirebbero a disagio a condividere un matrimoniale, o semplicemente non hanno abbastanza spazio per decidere di installarne uno. Un letto sviluppato verso l'alto può anche essere di tipo soppalco, ovvero avere una rete sola, quella in alto, e quindi lasciare lo spazio sottostante vuoto. Questo letto è ideale per figli unici o comunque unici proprietari della propria stanza, che però non hanno abbastanza spazio per inserire magari un divano, oppure la scrivania, o ancora una strumentazione musicale molto ingombrante come un pianoforte a muro o una batteria. Tramite il letto a soppalco, allora, si va a sfruttare lo spazio soprastante, lasciando questa sorta di cubo vuoto sotto, vitale per inserire una di queste cose che altrimenti non troverebbero mai posto nella stanza. Questo tipo di letto, se abbinato ad un letto sottostante che di giorno prende le sembianze di un divano a tutti gli effetti, viene chiamato letto a castello futon, proprio per la somiglianza del letto inferiore con un futon. Un letto a castello può essere anche inserito in un armadio a ponte, una di quelle strutture che ingloba il letto all'interno della superficie dell'armadio. In quel caso l'armadio ha un andamento irregolare, con alcune ante da un lato, accanto al letto più basso, ed altre dal lato opposto, accanto alla rete più alta, in una sorta di struttura a X. Questo letto ha soltanto lo svantaggio di impedire la costruzione di un vero armadio quattro stagioni come potrebbe essere quello a ponte classico, perché impedisce che lo spazio venga sfruttato interamente dalle ante, dato che bisogna fare posto ad un'altra rete. Infine, il letto a castello può essere di tipo angolato, cioè presentare una struttura a L nella quale la rete superiore è traslata di 90° rispetto a quella superiore, ideale nelle stanze piccole a pianta quadrata perché lascia il centro della stanza libero per camminare e giocare. Per chi necessita di un letto a castello dalle forme classiche e soprattutto molto sicuro, un modello ideale è il Wood in rovere con scaletta laterale. Questo modello di letto si compone di una rete inferiore ingentilita da una piccola ringhiera di legno che fa da testiera e da pediera, mentre la rete superiore è completamente avvolta da questa ringhiera. Questa caratteristica rende Wood un letto a castello estremamente sicuro anche per i più piccoli, che se costretti a dormire sopra non hanno possibilità di cadere. Il rovere, poi, è un legno estremamente resistente e pregiato, di un neutro ed elegante color tortora, quindi ideale sia a maschietti che a femminucce. Il resto della struttura letto è di legno laccato bianco, quindi un colore immortale anche quando i bambini crescono, e facilmente rallegrabile con lenzuola, coperte e cuscini colorati. Questo stesso tipo di letto è disponibile anche in total white, entrambi con scaletta laterale (dal lato della testa o dei piedi). Ne è disponibile, però, anche un modello con scaletta frontale, dal lato del fianco del letto, molto elegante e fatta di sottili pioli di rovere laccato. Per una casa al mare, oppure per una cameretta di femminucce che hanno bisogno di molto spazio dove riporre le proprie cose, un modello perfetto è anche Seaside con scaletta sospesa verticale. La particolarità di questo letto, oltre che la lavorazione che lo rende bianco cangiante, molto elegante e senza tempo, è che sotto la rete inferiore c'è un grande cassetto dove riporre qualsiasi cosa che può ingombrare, come scarpe o giocattoli. La robustezza del legno lo rende un letto sicuramente immortale, e la fitta ringhiera di legno bianco che costeggia la rete superiore fa di Seaside un letto sicuro e a prova di caduta. Per chi vuole rimanere sul filone dell'ottimizzazione dello spazio in camerette molto piccole, forse una grande mano la può dare un letto come Vagon di Lagrama, una struttura a castello con due grandi cassetti sottostanti. I cassetti hanno grossi pomelli in legno centrali che ne facilitano l'apertura, impedendo ai bambini magari inesperti di tirare un cassetto in un modo non corretto ed incastrarlo compromettendone l'intefrità. Il letto Vagon ha una scaletta diagonale che arriva fino a terra, e la rete superiore è inserita in una specie di scocca di legno compatta che non lascia vedere il materasso ed ha solo una piccola apertura dalla quale il bambino può entrare. Lo stesso modello, se realizzato in un allegro color turchese, è perfetto per una casa al mare, perché ne richiama i colori ed ha un tono estivo molto fresco e giovane. Avere un letto a castello, e quindi già due figli in una stanza, tuttavia, non significa che non si può ospitare un amichetto dei bambini a dormire. Per questo motivo alcuni letti a castello, proprio come Vagon, hanno un terzo letto estraibile sotto, che ha delle zampe pieghevoli che lo portano alla stessa altezza della rete in basso: se si ha lo spazio, questo è perfetto per realizzare un vero e proprio pigiama party tra i bambini. Chi dorme nel letto a castello, soprattutto nella parte inferiore, potrebbe però lamentare l'esigenza di un po' di privacy che chi dorme nella rete superiore ha garantita fisicamente dalla sua posizione soprelevata. Per questo motivo molti letti a castello dispongono di una struttura adatta a montare delle tendine, che chiudono lo spazio del letto inferiore facendolo diventare una piccola scatola dei segreti; questo, tra l'altro, è anche utile per i lettori incalliti, che magari non vogliono disturbare il fratello o la sorella nel reparto superiore continuando a tenere accesa la luce per leggere. Per chi proprio non può rinunciare a dormire in alto anche se non ha compagni di stanza che reclamano il proprio spazio, come si diceva prima, la soluzione migliore è il letto a soppalco sotto il quale collocare la scrivania. Un modello di questo tipo, come Homage con scaletta diagonale, permette al ragazzo o alla ragazza di avere il proprio mondo personalizzato, lontano dagli occhi indiscreti dei genitori o di altri intrusi, semplicemente soprelevandosi dal livello del suolo. Il legno, trattato con resine a bassissima emissione di formaldeide, viene reso un materiale estremamente resistente, ma anche repellente allo sporco: per questo motivo un letto del genere è perfetto anche per bambini molto piccoli, ancora inesperti nel gestire il mobilio. L'interno della scaletta è in metallo, in modo tale che essa resista agli urti ed a qualsiasi incidente domestico può capitare, e supporti anche pesi ingenti: una mamma o un papà, infatti, si devono poter arrampicare su di essa per dare l'immancabile bacio della buonanotte. La piattaforma soprelevata, poi, è completamente chiusa da una balaustra compatta, che protegge ogni bambino. La parete di fondo, che è compresa nella struttura del letto, può essere laccata bianca oppure lasciata in color legno, e permette di preservare il muro da qualsiasi schizzo o macchia di colore, di sporco o di qualsiasi altro materiale che può entrare in una stanza di bambini. Quando i bambini cresceranno, tra l'altro, la tentazione di attaccare le proprie foto del cuore al muro sarà troppo grande, e la parete in legno protegge il muro da buchi e segni di nastro adesivo che ne potrebbero rovinare l'intonaco, perché proprio su di essa possono essere attaccate foto e quadri. Per chi ha un bambino solo e deve provvedere a creare la sua stanza può anche pensare di acquistare una semplice rete singola, soprattutto se non si hanno tante esigenze di salvaguardia dello spazio e non si vuole mettere il letto in una posizione soppalcata. Se si ha un bimbo molto piccolo che ancora non può dormire in un letto di una misura standard, ideale è acquistare direttamente un lettino. Questo permette ai genitori di risparmiare sull'acquisto di tre strutture, ovvero culla, lettino e letto standard, e di sfruttare il lettino per molti più anni, prendendo delle piccole accortezze per proteggere il bambino dalle cadute, come ad esempio mettere delle restrizioni in gommapiuma. Un lettino come Junior Classic di Oeuf be good, ad esempio, è lungo 144 cm, quindi permette di ospitare il bimbo fino almeno ai 7-8 anni, e di essere quindi sfruttato in pieno. Questo lettino ha una struttura molto semplice ed elegante, con una balaustra a doghe bianche che protegge la parte della testa e del torace e quella delle gambe, lasciando un'apertura laterale per sedersi e per entrare nel letto. Una struttura di questo tipo, se se ne vuole massimizzare il potere protettivo, può essere anche addossata al muro, in modo tale che una delle due aperture è bloccata dal muro, e quindi per il bambino risulta quasi impossibile cadere. Se il bimbo o la bimba sono diventati adolescenti o addirittura adulti, un letto singolo è quello che ci vuole per far trascorrere loro dei sonni rilassati. Una struttura come Play di Flexa, ad esempio, ha l'enorme vantaggio di essere lunga 204 cm, quindi una lunghezza molto grande, che permette di accogliere anche ragazzi e ragazze particolarmente alti o massicci. Non c'è niente di peggio, infatti, che dormire in un letto nel quale si sta stretti: prima o poi la schiena e le ginocchia ne risentiranno, e la qualità del sonno peggiorerà notevolmente. La particolarità di questa struttura è che è uguale da entrambe le parti, quindi può essere sia addossata al muro sia lasciata al centro della stanza. Se si sceglie di metterla contro il muro, di giorno può trasformarsi in un allegro divano grazie all'apporto di qualche cuscino in tinta con i suoi colori pastello. Un letto simile, che può andar bene per ragazzi e adolescenti che abbiano bisogno di una struttura e di una rete da adulti, è anche Sparrow di Oeuf be good. La caratteristica principale di questo letto è la combinazione tra testiera e pediera, che lo rendono un letto estremamente elegante e sobrio, anche se forse più adatto ad una ragazza. La struttura del letto è in legno laccato bianco, ma nella testiera e nella pediera il centro del riquadro è lasciato al naturale, nel color legno originale, in modo che si veda il materiale di partenza, incorniciato da un riquadro bianco. Sotto questo letto si può aggiungere un cassetto estraibile, utile per riporre tanti oggetti, oppure un altro letto estraibile fatto su misura. Le zampe di Sparrow sono sottili e poste leggermente in diagonale, e questo conferisce al letto un aspetto retrò molto elegante e raffinato, diverso dalle solite reti che si trovano. Che sia a castello o a soppalco, singolo o a una piazza e mezza, il letto rappresenta comunque uno dei complementi d'arredo più importanti, perché un buon sonno è il preludio ad una giornata rilassata ed in armonia.
Servizio Clienti Dedicato

Hai dubbi o domande? Contattaci!
Tel 02.94755933
Lun-Ven 09-13 | 14-18
customercare@lovethesign.com

Prodotti 100% Originali

Selezioniamo i migliori brand di design e lavoriamo fianco a fianco con loro. Perché? Per garantirvi prodotti 100% originali e una qualità certificata due volte, da loro e da noi.

Soddisfatti o Rimborsati

Offriamo un servizio affidabile, con corrieri specializzati, e paghiamo noi le spese di consegna per ogni ordine sopra i 75 euro. E se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile.

Pagamenti Sicuri
LOVEThESIGN | Payments